Citazioni del giorno:

Giveaway del Portale Segreto

AVVISO: in questo periodo ci sono poco purtroppo quindi non sempre riuscirò a pubblicare spesso i post o rispondere ai commenti.


venerdì 14 novembre 2014

★ Auguri al Portale Segreto! 4 anni di magia e Giveaway ★

 

 Ed eccoci qua, sono un po' emozionata un po' triste, perché oggi è l'anniversario dei 4 anni di attività del Portale Segreto! È stato un viaggio avventuroso, bellissimo e pieno di sorprese e a tratti difficile, sconfortante e impegnativo, ma comunque aprire questo piccolo angolino mi ha letteralmente cambiato la vita. So che con il tempo ho avuto sempre più difficoltà fin quasi a sparire per diverso tempo, ma questa è comunque il mio piccolo rifugio dove posso sentirmi a casa. Grazie al Portale ho conosciuto persone meravigliose e imparato tanto su di me, sui libri e su tutto ciò che mi circonda. Mai avrei immaginato che sarebbe stato così importante per me. Per questo oggi è un giorno ancora più speciale, perché nonostante tutto sono ancora qua, anzi siete ancora qua e non posso che ringraziarvi per tutto l'affetto e l'entusiasmo che mettete nel seguirmi. Grazie di cuore! Mi spronate sempre a non mollare e per questo spero di riuscire a tornare attiva come i vecchi tempi. Sono in una fase di transizione, i miei impegni sono sempre moltissimi e con l'ultimo anno dell'università non è facile trovare il tempo di rilassarmi a prendere una tisana con voi, ma prometto che farò del mio meglio per riuscirci. Le idee ci sono e devo solo riprendere il ritmo.
Ancora grazie di cuore a tutti voi, per festeggiare questo speciale compleanno non ho avuto il tempo di organizzare grandi cose, ma ci tenevo a farvi comunque un regalo sperando che vi sia gradito. 
Ho scelto di regalarvi la mia copia di L'arte ingannevole del gufo di Ella West con segnalibro del Portale allegato. Per chi non lo conoscesse ecco di cosa si tratta:
Trama: Tutte le sere, dopo il tramonto, Viola si addentra nel bosco dietro casa. La grave malattia di cui soffre le impedisce di esporsi anche al minimo raggio di sole. Così, quando i suoi compagni sono impegnati con la scuola, lei dorme o sta in casa a suonare, e quando loro vanno a dormire, lei passeggia libera tra gli alberi del suo bosco, in compagnia del buio e di tutti gli animali che lo popolano. Una sera, però, sul sentiero sterrato da cui non passa anima viva, scorge un'auto: un ragazzo tira fuori un corpo pesante dal bagagliaio e lo trascina sul sedile di guida, prima di dare fuoco alla macchina. Poi seppellisce qualcosa nel terreno vicino. Sei alberi dal ciglio della strada: per Viola è facilissimo ritrovare il punto in cui quel tizio ha scavato la buca... e dare inizio alla sua personale, pericolosa indagine. Che cosa ci fanno tanti soldi sepolti nel bosco? E quel ragazzo è forse un assassino? Tornerà a cercarla? Una voce incantevole e ingenua rapisce il lettore in una storia che lascia col fiato sospeso.
★ Come partecipare? È semplice, vi basterà lasciare un commento a questo post e la vostra mail per contattarvi in caso di vincita. Se condividete il giveaway scrivetemi i link!
★★★
Spero che l'idea vi sia piaciuta! Servitevi pure di muffin e tè ed unitevi a noi nei festeggiamenti!!
Il Giveaway si conclude il 27 novembre. Il 30 contatterò il vincitore! Per chi non è già un follower, se il blog vi piace spero che di trovarvi tra i nuovi lettori!

Weekly Life (25) - 2014

Rubrica ideata da me e Rowan. 
Ogni venerdì scriverò le tre cose migliori e le tre cose peggiori accadute durante la settimana


1) Lucca Comics! Sono felice di essere andata perché ho potuto incontrare moltissime persone.

2) Oggi il Portale Segreto festeggia 4 anni!

3) Mio nipote che appena sveglio mi cerca e decide di mandarmi una registrazione dove canta: "Quando vieni zia?" XD



1) La professoressa malefica che decide per capriccio di non darmi il programma d'esame per mail e dopo mesi che la rincorro scopro che erano quelli scritti sul sito.

2) Vorrei fare molte più cose di quelle che riesco a fare.

3) Non riesco a mettere freno alla mia golosità, se continuo così divento una balena!



Come è stata la vostra settimana, Viandanti? raccontatemi le vostre cose migliori e peggiori accadute!

giovedì 13 novembre 2014

Recensione "Medicina per la Terra" di Sandra Ingerman

Il libro di cui vi parlo oggi è un libro interessante, particolare e molto ambizioso. Parlo di “Medicina per la Terra” di Sandra Ingerman, una delle più esperte di sciamanismo e del recupero dell’anima.

Titolo: Medicina per la Terra
Autore:
Sandra Ingerman
Editore: Crisalide
Pagine: 290
Prezzo: 18,00 €
Data di uscita: dicembre 2004

voto:
Trama: Nelle grandi tradizioni spirituali troviamo innumerevoli storie sulla capacità dell'uomo di trasformare il mondo naturale in modi apparentemente miracolosi ed inesplicabili. L'antica arte della guarigione e della trasmutazione, grazie alla quale le sostanze tossiche vengono trasformate e neutralizzate, è stata tramandata dall'antichità fino ai nostri giorni attraverso i vari insegnamenti spirituali che si sono succeduti durante i secoli. Mentre molti hanno attinto a questo corpo di conoscenze per curare l'individuo, pochi lo hanno usato per curare l'ambiente. Per più di venti anni Sandra Ingerman si è dedicata allo studio di metodi alternativi finalizzati alla riduzione dell'inquinamento ambientale. In questo suo libro, ci accompagna in uno straordinario viaggio attraverso la storia della trasmutazione, insegnandoci ad usare questa tecnica dimenticata per cambiare noi stessi ed il nostro ambiente. Fra le altre cose, ci spiega con esemplare chiarezza come opera la visualizzazione creativa ed in che modo si possono utilizzare le cerimonie ed i rituali, ci offre inoltre preziose informazioni a proposito dei miracolosi, ma scientificamente provati, effetti del suono sull'ambiente. Questo libro ci mostra che, quando le nostre azioni sono guidate dalla consapevolezza e dall'amore, non vi sono limiti alla nostra capacità di trasformare in modo positivo noi stessi ed il nostro ambiente.

 RECENSIONE: Con questo libro, l’autrice si propone di trovare il modo per curare la Terra e risanarla dall’inquinamento grazie alle tecniche sciamaniche apprese in anni di studi e pratica. L’idea può sembrare ambiziosa e utopistica, ma leggendo questo libro ci rendiamo conto che il filo conduttore di tutto il manuale non è l’azione ma il cambiamento o meglio, la trasmutazione personale a cui di conseguenza segue la trasmutazione dell’ambiente.
Sandra Ingerman spiega infatti che dobbiamo cambiare noi stessi prima di poter agire sul mondo esterno. Gli elementi che permettono la riuscita della trasmutazione sono: l’intenzione, l’amore, l’armonia, l’unione, la focalizzazione, la concentrazione e l’immaginazione. Tutti questi insieme permettono alla trasmutazione di verificarsi e portare così il cambiamento di cui abbiamo bisogno. Ci sono vari modi in cui questi elementi possono lavorare e l’autrice li prende in esame uno ad uno per darci un’idea chiara di ciò che porta alla riuscita di questo lavoro spirituale. Non possiamo lavorare in assenza di uno di questi elementi, così come non possiamo pensare di ottenere beni materiali o di lavorare per il nostro egoismo. Sono elementi che interagiscono tra loro e non si possono separare perché devono partire dall’inconscio. Il libro è suddiviso in varie parti rendendo questa lettura un vero e proprio percorso di consapevolezza e crescita spirituale. All’inizio veniamo introdotti alla Creazione e all’Unione con il divino, come riuscire a diventare un tutt’uno con l’universo, abbandonando il nostro ego e la materialità della vita. Dopo l’unione dobbiamo provare la Separazione che ci permette di capire cosa sia l’ego e quanto questo influenzi la nostra vita.
Imparando a creare uno spazio sacro, a dare e ricevere Amore e a usare l’immaginazione creativa per praticare rituali e cerimonie sacre, possiamo riuscire a influenzare non solo noi stessi ma anche le altre creature e il mondo in cui viviamo. L’Armonia è il segreto per riuscire ad avvicinarsi alla natura e apportare i cambiamenti necessari. Avvicinandoci alla natura con questi insegnamenti messi in pratica scopriremo come funziona la trasmutazione. Nelle ultime due parti del libro vi sono spiegate le varie cerimonie di trasmutazione, cosa sono, come funzionano e vari esempi per utilizzarla in vari campi, come creare proprie cerimonie per farla funzionare.
Ci sono moltissimi esercizi, consigli ed esempi pratici delle esperienze dirette dell’autrice in ogni capitolo, grazie ai quali poter riflettere e capire meglio ciò di cui tratta il capitolo. Ogni esercizio è necessario per fare esperienza della teoria descritta e poter così far seguire la pratica alle nozioni. Questo processo richiede costanza e impegno quotidiani, per questo l’autrice precisa sin da subito che non ci sono scorciatoie, ma la pratica spirituale è un percorso lento, fatto di devozione e fatica.
Il libro mi è piaciuto molto sebbene mi aspettassi qualcosa di leggermente diverso. Fortunatamente avevo già una base di conoscenze precedentemente studiate in altri libri perché in Medicina per la Terra vi sono tantissimi concetti di vario tipo trattati brevemente o accennati e per chi magari non ha già letto qualcosa riguardo lo sciamanesimo o altre teorie o tecniche spirituali, può risultare dispersivo. Per questo lo consiglio a qualcuno che ha già letto di argomenti simili e non sia proprio alle prime armi sebbene sia spiegato bene anche per chi ha mai letto niente a riguardo. Il libro scorre bene ed è interessante, anche se più che un libro di sciamanismo, sembra quasi un testo di psicologia. Durante la lettura affrontiamo vari argomenti che ci portano a fare importanti riflessioni sulla vita e sul mondo. Vi si trovano consigli molto belli e profondi che possono essere adatti a tutti anche se non sono intenzionati a lavorare ad una pratica di trasmutazione o pratica sciamanica. Persino gli esercizi rimangono quasi dei consigli di vita che non attività pratiche specifiche e questo da una parte è più utile ma dall’altra può lasciare dubbi su come muovere i primi passi.
Ci sono delle buone basi per avviare un percorso di crescita personale e spirituale, sebbene la maggior parte dei consigli sembri scontata, in realtà vengono presentati sotto una nuova luce grazie alla quale possiamo rivisitarli in un’ottica diversa e trovare il modo giusto per farli propri e metterli finalmente in pratica. È una lettura che ho apprezzato e sono felice di aver fatto. Mi è sembrato di parlare a un’amica molto spirituale e positiva che mi ha spronato a non prendere alla leggera i consigli che spesso sentiamo darci, le frasi che i grandi della spiritualità hanno spesso riferito e che magari abbiamo perso di vista o non riusciamo più a valorizzarli in una vita che ci soffoca e uccide ogni nostra speranza. Credo sia un buon libro per ripartire con cuore e mente aperti per poter cambiare la nostra vita e magari anche la Terra su cui viviamo.

COSIGLI DI LETTURA DEL PORTALE:
FASE LUNARE: piena
TISANA: melissa
ALBERO: cedro
ARGOMENTO: trasmutazione - sciamanismo

Voi lo avete letto? Che ne pensate?

martedì 11 novembre 2014

Recensione "Sciamanismo" di Tom Cowan

Era molto tempo che volevo riprendere lo studio sullo sciamanesimo ed ero molto indecisa su quale leggere finché alla fine non mi sono buttata su “Sciamanismo” di Tom Cowan e devo dire di essere piacevolmente soddisfatta da questa lettura.


Titolo: Sciamanismo - una pratica spirituale per la vita quotidiana
Autore:
Tom Cowan
Editore: Salani
Pagine: 239
Prezzo: 16,50 €
Data di uscita: marzo 2000

voto:
Sinossi: Il libro si propone di avvicinare gli occidentali allo Sciamanismo, mostrando come questo rappresenti una pratica spirituale che anche al giorno d`oggi può arricchire la vita quotidiana, rendendola più significativa e profonda. L`opera si basa sull`esperienza personale dell`autore e, per questo, riesce a trasmettere, in un linguaggio semplice e chiaro, il senso di una tradizione antica e ricca di fascino, ma spesso considerata troppo lontana da noi.
L'approccio di Cowan rappresenta la reinterpretazione e la sintesi dei metodi sciamanici fondamentali comuni a tutte le culture in cui lo sciamanismo si è sviluppato. Il libro presenta insegnamenti che possono essere integrati nella vita quotidiana come pratica spirituale, rispondendo al bisogno di tanti di espandere la propria coscienza e di trascendere i limiti dell'esperienza ordinaria.

 RECENSIONE: “Sciamanismo. Una pratica spirituale per la vita quotidiana.” tratta il Core Shamanism ovvero gli elementi chiave dello sciamassimo tradizionale o naturale diffusi in tutto il mondo che possono essere incorporati nella vita quotidiana. Riprendendo l’insegnamento di Michael Harner, iniziatore di questa tradizione che utilizza le tecniche comuni a tutte le tradizioni sciamatiche per crearne una nuova, Tom Cowan approfondisce e prosegue il lavoro di Harner. Il suo testo infatti è molto pratico, quindi adatto per chi vuole già cominciare un percorso di pratica sciamanica. Tom Cowan avvisa subito che c’è una grande differenza tra essere uno sciamano e praticare lo sciamanismo.  Uno sciamano è una persona che ha ricevuto la chiamata e non capita a tutti, mentre la pratica sciamanica può essere svolta da tutti nella vita di tutti i giorni. Può sembrare strana l’idea di praticare lo sciamanismo in una vita caotica e cittadina a cui siamo abituati, con le nostre tecnologie, il lavoro, la famiglia, eppure Cowan grazie alla sua esperienza ci dimostra come non sia necessario vivere da sciamani per avere dei benefici nella nostra vita grazie alla pratica sciamanica. La pratica si basa sul viaggio sciamanico guidato dallo spirito guida o animale di potere. Lo sciamanismo serve per migliorare il nostro rapporto con la natura, conoscerla e aiutarla quindi, avvicinandosi ad essa, poter migliorare noi stessi.
Attraverso il recupero dell’equilibrio della natura e grazie al viaggio sciamanico, possiamo vedere il mondo invisibile e riscoprire le nostre radici spirituali e affrontare i problemi da un punto di vista diverso, con una consapevolezza diversa e poterlo così risolvere grazie ad un aiuto spirituale.
Cowan precisa però che la pratica sciamanica è considerata separata dalla religione sebbene esse si compenetrano, o meglio. È importante studiare le varie culture e le varie religioni che comportano al loro interno una pratica sciamanica, ma questo non significa che dobbiamo adottare anche una religione che non ci appartiene. Al contrario, dobbiamo risalire alle nostre personali radici spirituali e creare le nostre personali credenze perché:
 “impossessarsi di pratiche spirituali è analogo a impossessarsi di foreste, praterie e della fauna selvatica. Inoltre saremmo ingenui a pensare che pratiche fondate su un adattamento ad ambienti naturali unici, su assunti teologici specifici e sul tipo di coesione sociale, che si trova solo nelle culture tribali millenarie, possano essere automaticamente trapiantate in ambienti urbani, senza perdere efficacia e l’influenza vitale degli spiriti del luogo, dai quali deriva quell’efficacia.”
Lo sciamanismo quindi non è una religione, ma una pratica spirituale adattabile alle nostre credenze e radici con conoscenza e coscienza poiché questa pratica comporta una responsabilità e cambia la vita del praticante e di chi o cosa gli sta intorno.
Dopo un’esaustiva spiegazione degli argomenti che ho accennato precedentemente, il libro parla degli animali guida, cosa sono, come incontrarli e come o perché lavorare con loro. Ci sono vari metodi per incontrarli tra cui i sogni, l’uso di tamburi e sonagli, la meditazione, la danza ecc… Per chi già ha conoscenze sullo sciamanismo, questo libro aiuta a togliere alcuni piccoli dubbi che possono rimanere in sospeso se non si hanno conoscenze che possono guidarci lungo il cammino della pratica. Ci sono molti consigli anche riguardo ad alcuni problemi che si possono incontrare in queste esperienze. Dopo l’incontro con lo spirito guida, il praticante è pronto per il viaggio sciamanico vero e proprio e Cowan indica degli ottimi esempi di viaggi nel mondo inferiore, superiore o intermedio spiegando con semplicità di cosa si tratta e con quali scopi possiamo fare ogni viaggio. Perché i viaggi sciamanici sono viaggi intenzionali nel mondo degli spiriti quindi hanno delle funzioni precise.
Per chi magari non ha mai letto niente a riguardo, potrebbe trovarsi in qualche modo preoccupato o spaventato da una pratica che non conosce e anche in questo Cowan lascia varie risposte a possibili paure che aiutano a non fermarsi per timori infondati.
Il sentiero dello sciamano comporta varie tecniche e attività che vengono illustrate, come ad esempio le benedizioni, il lavoro con le quattro direzioni, la purificazione di un luogo, come onorare gli spiriti e il lavoro con gli alleati o gli avversari negativi del nostro carattere che ci impediscono di progredire. Spiega quali sono gli strumenti dello sciamano, i talismani, le borse medicina, i famigli e gli spiriti dei luoghi. Viene spiegato come questa pratica possa manifestarsi e dare frutti anche nell’arte e quali sono i giorni del calendario sciamanico conosciuti oppure come creare il proprio personale calendario a seconda dei nostri ritmi di vita. Invece di accettare un nome o una definizione, possiamo noi stessi crearlo basandosi su ciò che quel determinato periodo significa per noi. Ad esempio i nomi delle lunazioni.
Cowan illustra come praticare al chiuso o all’aperto e quanto siano fondamentali le intenzioni nella pratica. Fondamentale per il praticante è scoprire la propria vera natura. Per farlo possiamo affidarci anche alla creazione di un luogo sacro o l’uso di un luogo di potere, per questo le storie dei luoghi sono importanti, così come l’utilizzo che ne facciamo che deve essere in linea con la sua storia e il suo potere.
Ma non sono solo i luoghi ad avere una storia, i miti stessi sono fondamentali da incorporare nella pratica per questo suggerisce di creare nuove storie simboliche che racchiudano gli insegnamenti ottenuti dagli spiriti.
Il modo migliore per avere questi insegnamenti è immergersi nella natura da solo con gli spiriti. Sofferenza e solitudine ti mettono in diretto contatto con il divino e Cowan indica tre modi per farlo: pellegrinaggio, veglia notturna e ricerca della visione.
Ho apprezzato molto il capitolo sull’infanzia, considerata molto importante perché è proprio in questo periodo che abbiamo una percezione più spontanea e spirituale della natura e del mondo e siamo più aperti a possibili esperienze sciamaniche. Dobbiamo ricollegarci alle nostre visioni di bambino e Cowan illustra varie tecniche spiegando le motivazioni che comportano alcuni di questi viaggi nel nostro passato. Attraverso questa connessione possiamo recuperare alcune cose andate perdute.
Inoltre per chi ha dei bambini ci sono degli ottimi consigli su come coltivare la natura sciamanica in loro.
Anche le parole hanno la loro importanza, ma ancora di più le hanno quelle spontanee senza senso o ancora meglio il silenzio. Le parole vanno usate con attenzione e con delle tecniche interessanti, l’autore suggerisce di creare dei canti di potere nati dai viaggi sciamanici fatti a cui potremmo unire dei simboli e delle danze dell’anima.
Infine il compito del praticante è imparare ad affrontare ed accettare la morte, ma non solo, deve anche aiutare gli altri a vivere serenamente anche questo aspetto. Per farlo gli sciamani devono vivere la morte passando tra le varie realtà. Per questo gli sciamani hanno un forte legame con le terre dei morti e imparano presto a conviverci grazie anche ai consigli di cari defunti o antenati sciamani ottenuti nei viaggi.
I sogni hanno un ruolo fondamentale nella pratica sciamanica. Per questo bisogna sempre fare attenzione e in caso di sogni ambigui è importante tornare nel sogno e approfondire per riviverlo e capire il suo significato simbolico più profondo.
Utili a questi scopi sono anche i gruppi di tambureggiamento in cui poter lavorare tutti insieme a uno scopo comune. Cowan spiega come si formano e come funzionano in maniera chiara e semplice lasciando anche varie idee di percorsi e viaggi.
Trovo che questo sia un ottimo libro come base per un inizio di pratica. Si ricollega al libro di Michale Harner “La via dello sciamano” per questo lo leggerei subito dopo. Può essere letto anche come primo libro perché è molto chiaro e ben fatto e spiega passo passo ogni tecnica e concetto, ma è più che altro incentrato sulla pratica quindi lo consiglierei di più a qualcuno che già sa di cosa si tratta e ha delle nozioni o conoscenze storico-culturali sullo sciamanesimo e vuole cominciare seriamente un percorso spirituale di pratica. Ci sono moltissimi esempi di viaggi da cui prendere spunto e credo che leggerò volentieri altro di suo. È un libro che merita di essere letto se l’argomento è di vostro interesse. Non è un tema semplice e credo sia necessario approfondire di più la parte teorica prima di buttarsi nella pratica, ma a livello di inizio pratica mi sembra ottimo. Gli esercizi non sono troppo complicati e ci sono molti consigli e idee da cui prendere spunto, rimanendo comunque ben comprensibile senza perdersi in divagazioni teoriche o imponendo il proprio pensiero ma lasciando che il lettore trovi la sua strada.

COSIGLI DI LETTURA DEL PORTALE:
FASE LUNARE: nuova
TISANA: tiglio
ALBERO: salice
ARGOMENTO: sciamanismo




Voi lo avete letto? Che ne pensate?

venerdì 7 novembre 2014

Amiche&Incantesimi - la vita quotidiana di una strega


Amiche&Incantesimi è una rubrica mensile creata da me e Rowan di Ombre Angeliche, e verrà postata ogni 7 del mese.
Ad ogni puntata sceglieremo un tema stregato, e insieme vi racconteremo curiosità, simpatici aneddoti, scatteremo magiche foto e ci perderemo in deliranti chiacchiere.. che aspettate? Indossate il vostro cappello a punta e seguiteci, scoprirete che qualche volta basta un pizzico di magia per trasformare la quotidianità in un appuntamento fatato!

Il tema che abbiamo scelto per questo mese è:

LA VITA QUOTIDIANA DI UNA STREGA

- Le pulizie: le streghe non fanno pulizie come le persone normali ma hanno una loro speciale tecnica che può variare da strega a strega. Possono farsi aiutare da qualche spiritello, dallo Yeti domestico oppure usare un canto magico per fare più in fretta. Solo in rari casi ricorrono alla magia, ad esempio quella di occultamento, perché sanno che queste magie durano poco e dopo esplodono finendo per creare enorme scompiglio. Ancora non è stata trovata una formula più efficace e duratura al problema.

- Lo Studio: nel mondo ordinario le streghe che vanno a scuola si trovano a dover affrontare maggiori difficoltà rispetto alle persone comuni. Il problema è che non solo devono studiare materie in più a quelle classiche, ma si trovano spesso ad avere messaggi nascosti nei libri di testo per cui dovranno interrompere lo studio e andare a fondo alla questione. Senza contare la passione dei fantasmi o delle altre creature del piccolo popolo di andare a disturbare le streghe in qualunque momento per chiedere aiuto o semplicemente per divertimento.

- I luoghi pubblici: come sapete le streghe hanno particolari capacità di vedere oltre il mondo ordinario, ebbene immaginate cosa deve significare trovarsi in un luogo pubblico, ad esempio le poste, e vedere qualcosa che nessun altro vede. Ogni tanto capita di dimenticarsi di fingere e finiamo per parlare ad alta voce con qualcosa mentre intorno a te tutti ti guardano sconvolti e impauriti.

- La doccia: fare una doccia spesso diventa un’impresa titanica per le streghe perché trovare la privacy è un lusso raro, di solito si finisce per tenere il gatto da guardia che ti aspetta sotto la doccia.

- L'Amore: fidanzarsi non è mai una questione semplice e non perché le streghe abbiano particolari difficoltà ad innamorarsi o trovare la persona giusta, ma perché non sempre hanno il coraggio di rivelare la loro vera identità subito e i segreti portano sempre guai! Finiscono per esserci contrattempi, ritardi, problemi che non si possono spiegare senza dire la verità.

- Il lavoro: il problema più grosso delle streghe sono le Mucche Mannare che si divertono a scombinare tutto ciò che fai. Ad esempio uno lascia un lavoro finito e il giorno dopo lo ritrova per metà disfatto, cancellato o rovinato e così deve rifarlo. Oppure risponde a una mail e le Mucche impediscono che arrivi al destinatario. Per questo bisogna sempre avere maggiori accortezze in ogni nostra attività per essere sicure che le Mucche Mannare non ci abbiano tirato qualche scherzetto.

- Le malattie: la salute è una questione molto importante per tutti, anche per le streghe. Infatti non ci sono solo le malattie comuni che devono affrontare, ma sono sopratutto le malattie magiche quelle che le colpiscono maggiormente. Per questo solitamente hanno due medici, uno magico e uno comune. Una strega ammalata può causare grandi danni perché tutti gli incantesimi ne risentono e quindi è sconsigliato praticare la stregoneria mentre si è malati.

martedì 4 novembre 2014

Almanacco Magico - novembre 2014

L'almanacco magico non è altro che un piccolo promemoria del mese che è appena cominciato per poter controllare le fasi lunari, le feste dell'anno, ripassare le informazioni sul mese che stiamo vivendo e infine scoprire qualche curiosità interessante o ricorrenza storica. 


2014

Novembre, è il nono mese dell'anno e per i celti comincia il nuovo anno magico dopo la notte di Samhain del 31 ottobre. Questo è un tempo di sogno e riposo, gli ultimi pochi frutti vengono donati dalla terra e il ciclo agricolo volge al termine. Il buio avanza e le giornate sono visibilmente più corte e fredde. La terra riposa insieme al tiepido sole. Novembre è un periodo misterioso e magico in cui dedicarci alla riflessione, alla meditazione e al ricordo degli antenati. Il velo tra i mondi è più sottile e possiamo cogliere più facilmente i messaggi dagli altri mondi. Per questo si usa onorare i cari defunti.
È un periodo propizio per guardarsi dentro, abbandonare ciò che non vogliamo più nella nostra vita e lavorare per la nostra trasformazione oltre che per seminare i frutti che vogliamo raccogliere nel nuovo anno. Approfittiamo del freddo e del silenzio per rigenerarci e fermarci come la natura si addormenta, anche noi dobbiamo rallentare i nostri ritmi e prenderci del tempo. Prendiamo le crisi e i momenti oscuri e difficili per rinascere a nuova vita. Dobbiamo imparare a superare la paura della perdita e comprere i doni che possiamo riceverne. Per quanto il viaggio possa sembrare doloroso, è necessario affrontare la nostra parte oscura, o l'oscurità della vita, per trovare la gioia e accorgersi dei doni che abbiamo ricevuto e di quello che possiamo fare per noi stessi, gli altri e la Terra.
La morte è necessaria per rinascere e così scopriremo che è importante lasciar andare, ciò che deve  andare.

Luna di Novembre
Luna della Neve, Luna del Castoro, Luna della Trasformazione, Luna degli Antenati

Luna Piena - 6 novembre 2014 ore 23:22
Luna Nuova - 22 novembre 2014 ore 13:32

Novembre l'undicesimo mese dell'anno, considerato un numero infausto perché supera la perfezione del dieci, chiamato "simbolo del peccato", la cui somma genera il due, numero di opposizione quindi emblema della lotta interiore, della dissonanza spirituale, della trasgressione della legge, della ribellione e della rivolta. Quindi è un numero ambiguo. Il mese è sotto il dominio di Marte fino al 21 e durante questo periodo si possono compiere azioni che migliorino la propria vita su tutti i livelli. Mentre quando è attivo Giove (dal 22) sarebbe propizio fare conoscenze che aiutino ad elevarsi socialmente, viaggi per lavoro e investimenti per migliroare il proprio stato patrimoniale. Con Marte sono consigliati tutti i rituali per difendersi, proteggere i prorpi cari, attaccare i nemici, aumentare il proprio potere decisionale e la propria potenza sessuale e infine operazioni di veggenza. Con Giove possiamo lavorare per ottenere denaro, far carriera, soddisfare le proprie ambizioni e mettere armonia in un gruppo.

Festività:
6 novembre - a Babilonia si onorava la sposa di Apsu, Tiamat, la madre primordiale che aveva la forma di un dragone.
8 novembre - a Roma era uno dei tre giorni del Mundus Patet, in cui si facevano sacrifici agli dei dell'Oltretomba.
10 novembre - nelle aree scozzesi era la festa della Regina delle Fate, Nicnevin.
13 novembre - a Roma nel Campo Marzio si festeggiava Feonia, dea delle sorgenti, degli orti e dei boschi.
22 novembre - in Norvegia si festeggiava Ull, arciere associato all'inverno, figlio di Sif, dea del grano moglie di Thor.

***

Segno Zodiacale
: il 22 novembre inizia il segno del Sagittario
Alberi e piante: crisantemo, cipresso, sambuco
Cibi e bevande: castagne, vino, fave
Numero: undici - dismisura, lotta, rottura e rinnovamento
Calendario Celtico: PEITH - il tiglio 28/10 – 24/11


Proverbi:
«Per i santi fuori il mantello e i guanti.»
«Se il giorno dei santi il sole ci sta, un buon inverno va.»
«Novembre piovoso, campo fruttuoso.»
Curiosità
* Il 5 novembre a Shebbear, nel Devon (U.K.) tutta la popolazione si raduna per girare un enorme masso, fatto cadere nella piazza principale dal diavolo in persona. L'improba fatica deve essere compiuta ogni anno, nel giorno stabiito, a meno di non volersi attirare indicibili sciagure.
* Il 17 novembre per la festa di Santa Elisabetta, le donne sole possono raccogliere durante la mattina, sette spighe di lavanda fresca e metterle in un sacchettino bianco di seta sotto il materasso. Si dice che così la santa farà incontrare il proprio futuro marito entro la fine dell'anno.
* Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.


venerdì 31 ottobre 2014

Weekly Life (24) - 2014

Rubrica ideata da me e Rowan. 
Ogni venerdì scriverò le tre cose migliori e le tre cose peggiori accadute durante la settimana
E dopo non so quanto tempo ecco qua una nuova puntata della rubrica!


1) Oggi è Samhain *___* Per chi lo festeggia vi auguro una bellissima giornata e un nuovo inizio di serenità.

2) La giornata con Manu a Pisa.

3) Il mio nuovo portamonete a forma di gufo e le mie zucche (ve le farò vedere intagliate presto!)



1) L'università: professori che non rispondono, non si presentano ai ricevimenti e siti che non funzionano.

2) Alcuni comportamenti spiacevoli da parte di persone a cui tieni.

3) Ultimamente ho difficoltà a stare in casa e rimando varie cose.



Come è stata la vostra settimana, Viandanti? raccontatemi le vostre cose migliori e peggiori accadute!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...