Citazioni del giorno:

Giveaway del Portale Segreto

AVVISO: in questo periodo ci sono poco purtroppo quindi non sempre riuscirò a pubblicare spesso i post o rispondere ai commenti.

lunedì 18 aprile 2016

Blogtour + giveaway "Calpurnia l'ombra di Cesare" di Sonia Morganti - tappa 4


Eccoci giunti alla quarta tappa di questo Blogtour del romanzo Calpurnia l'Ombra di Cesare, romanzo d'esordio di Sonia Morganti per la Leone Editore. 

Se vi siete persi le prime tappe trovate il tutto in questo click.

Vi ricordo che alla fine del Blogtour ben due lettori potranno vincere due copie cartacee del romanzo, inviate direttamente dalla casa editrice.

Regole per vincere la copia cartacea:
- Iscriversi come lettore fisso nei vari blog che ospitano la tappa
- Commentare ogni tappa dei vari Blog
- Cliccare su mi piace della casa editrice Leone Editore 
- Condividere l'evento nei social con l'hashtag #calpurniablogtour

Il contenuto della tappa di oggi vi parla del luogo più importante del romanzo:


Il luogo più importante del romanzo, quasi un personaggio esso stesso, è una villa della
famiglia di Calpurnia, nota come Villa dei Papiri o Villa dei Pisoni.
Sorge appena fuori Ercolano e, attualmente, giace sotto venti metri di fango eruttivo solidi-
ficato. All’epoca di Calpurnia la villa era a picco sul mare e aveva persino un suo porticciolo,
ma oggi la linea costiera è avanzata di varie decine di metri.
Una dimora scenografica, ma il suo valore per noi non è solo architettonico.
Nella villa sono stati rivenuti dei rotoli di papiro carbonizzati: la parte greca della biblioteca
iniziata dal padre di Calpurnia.
Sono preziosi frammenti di vita e pensiero, la lotta per poterli leggere senza rovinarli è durata
quasi tre secoli. Da qualche parte resta ancora sepolta la metà latina della biblioteca.
Se ci fossero i fondi per portare a compimento gli scavi, si potrebbero trovare opere che
riteniamo perdute. Nel romanzo mi è piaciuto poter descrivere i primi passi di questa raccolta
di testi: la ricerca, la copiatura, le stanze silenziose e ancora spoglie, con quei piccoli
busti di bronzo che sono giunti fino a noi e che, all’epoca, erano sugli scaffali a separare le
opere dei vari autori.
E poi c’è l’arte. Molte delle statue presenti al Museo Archeologico Nazionale di Napoli provengono
proprio dalla Villa di Lucio Pisone e alcune sono famosissime: i “Corridori”, ad
esempio, il “Satiro Ebbro”, lo “Pseudo Seneca” o quel Pan che, irriverente, amoreggia con
una capra.
Ho scelto di descrivere la Villa andando per sottrazione: sappiamo abbastanza bene com’era
nel 79 d.C. Nel 60 a.C., all’inizio del romanzo, quando una giovanissima Calpurnia
osserva pensosa il tramonto, mancano molte statue, c’è un solo piano, non tutte le pareti
sono affrescate e comunque lo stile pittorico è quello dell’epoca in cui è ambientato il libro.
Ma il fascino è già presente nell’aria salmastra che rinfresca i porticati ariosi, dove si cerca
la serenità nelle discussioni con i sapienti, nel piacere della poesia, nell’incanto del mare.
È un luogo che non lascia indifferenti e chiunque vi soggiorni anche solo una volta è condannato
a una dolce nostalgia.
Qualche curiosità: gli scavi sono fermi da decenni, ma a Malibu esiste una vera e propria
copia della Villa dei Papiri, opera di Paul Getty. C’è anche una ricostruzione digitale della
Villa, in dvd, e diversi documentari che ne parlano.

Che ne dite? Avete voglia di saperne di più?

Ricordate di seguire le prossime tappe del Blogtour per aggiudicarvi una copia del romanzo:

- Tappa numero 5: 20 APRILE su L'albero delle mele: Scheda Personaggio

- Tappa numero 6: 22 APRILE su Whisper la voce del tempo: Mini intervista a Sonia

- Tappa numero 7: 26 APRILE su Il Lettore è un gran Sognatore Recensione del romanzo

-  tappa numero 8: 28 APRILE su Il colore dei libri il messaggio che Calpurnia lascia ai lettori e nomi dei vincitori

giovedì 7 aprile 2016

Lunario magico: Luna Nuova del Risveglio - aprile 2016




Nome: Luna Nuova del Risveglio
Giorno: giovedì 7 aprile 2016
Ora di novilunio: 11:24
Impulso lunare: ascendente
Transito lunare: Ariete
Dimora lunare: I
Transito solare:  Ariete
Vuoto lunare: assente

Pianta del giorno: Ninfea. Usarne la tintura madre sulle tempie aiuta a vedere più chiaro nella vostra situazione.

Energie: risveglio, disintossicazione, meditazione, fiducia in se stessi.

 Rituali: Sconsigliati. Fare meditazione.

Curiosità:  nell'Antica Roma si festeggiava il compleanno di Apollo e Diana.



Aprile è il mese della Primavera ormai iniziata, delle energie che si risvegliano con decisione, della natura che sboccia con i suoi colori, fiori e profumi. Tutto intorno a noi si desta, gli animali escono dal letargo, gli uccelli cantano presto al mattino e inizia la stagione degli amori.
La Primavera, tuttavia, può portare anche qualche piccolo problema di natura psico-fisica, vediamo dunque come affrontare queste giornate di novilunio.
Come abbiamo già avuto modo di dire, in Luna Nuova sono sconsigliate le azioni: ci si limita a raccogliere le forze e a progettare cose nuove, senza agire. E' un ottimo momento, questo, per disintossicarsi e purificarsi, non per niente si parla delle cosiddette "pulizie di Primavera". Questa stagione ha in sé una rinnovata energia: usiamola oggi per dirigere l'entusiasmo per le nuove idee e le nuove sfide che la vita ci pone sul cammino.
Oggi possiamo anche riflettere per aumentare la fiducia in noi stessi, analizzando i nostri punti forza.
La Luna Nuova del Risveglio quest'anno cade di giovedì, giorno di Giove. Pensiamo dunque alla nostra carriera, alle ambizioni che abbiamo e a come raggiungerle, ma, ricordiamolo, senza agire.
La dimora lunare di questa fase di oggi è dominio del Sole. Essa aiuta chi è in viaggio, ma anche chi intende distruggere e terminare qualcosa.
L'impulso lunare di oggi indica impazienza: oggi potremmo essere più testardi e ambiziosi del solito. E' un giorno in cui potremmo dimostrare coraggio, prendendo nuove iniziative.
La Luna transita in un segno di fuoco, a ribadire il concetto voluto dall'impulso lunare di questa giornata: passionalità, forza, coraggio, protezione e salute sono le parole d'ordine di questa giornata.
La Luna è in Ariete, ma nonostante questo sia un segno molto attivo, è bene rimandare l'azione a giorni più propizi. Le parti del corpo collegate a questi giorni sono la testa e gli occhi: tutto quello che si fa nei giorni della Luna in Ariete per essi ha doppia efficacia. Evitare, però, gli interventi chirurgici. Chi soffre di emicrania in questi giorni deve fare attenzione, sopratutto nei mesi di marzo, aprile, settembre e ottobre: evitare alimenti intossicanti, quali il caffé, il cioccolato e gli zuccheri, bere molta acqua e non farsi carico di troppo lavoro e di impegni aiuterà sicuramente a evitare i fastidiosi mal di testa.
La Luna è in congiunzione con il Sole. Se, da un lato, porta stabilità, dall'altro può provocare sofferenze, facendoci sentire meno energici e poco vigorosi. In ambito magico l’influsso di questa congiunzione (specialmente nelle ore notturne) è adatto a qualsiasi operazione malvagia, motivo per cui è bene evitare qualsiasi tipo di operazione. 
La Luna è in trigono con Saturno: è possibile ottenere la stima, i favori e la protezione da parte di qualche persona influente. E' promossa la comunicazione con i mondi superiori e i mondi inferi, grazie anche alla fase lunare corrente. Il Trigono della Luna con Saturno è un aspetto nefasto per le unioni, quindi il momento è ottimale in tutte quelle operazioni di allontanamento. In generale possiamo dire che l’influsso di Saturno rallenta ogni azione magica volta all’accrescimento.
La Luna, infine, è in antiscia con Giove, aspetto positivo in quanto indica un aumento dei beni materiali, della dignità e della fortuna. L’influsso è favorevole all’accrescimento del livello di vita, all’ascesa sociale, a ricevere incarichi di fiducia e responsabilità, a ritrovare tesori nascosti. Dal punto di vista meteorologico, oggi il cielo potrebbe essere coperto da nuvole, portate anche dalla Luna in Ariete. 


Fonti di riferimento per i dati raccolti:
- http://www.tuttoxme.com/aspetti-transiti-oggi
- Il cerchio della luna
- Cronache esoteriche
- Le porte della Luna, Devon Scott
- Almanacco magico, Devon Scott


mercoledì 23 marzo 2016

Luna Piena del Vento - marzo 2016


Nome: Luna Piena del Vento
Giorno: mercoledì 23 marzo 2016
Ora di novilunio: 12:02
Impulso lunare: Discendente
Transito lunare: Bilancia
Dimora lunare: XIV
Transito solare: Ariete
Vuoto lunare: dalle ore 06:00 alle ore 10:00 transito da Vergine a Bilancia
Pianta del giorno: Chiodi di garofano. Combattono la maldicenza provocata da invidie e gelosie (cinque chiodi in un sacchettino da portare in tasca, oppure tre gocce di olio essenziale sul fazzoletto).
Energie: Protezione, amore, rinnovamento, sapienza, veggenza, energia, arte.
Rituali: Sconsigliate le evocazioni. Creazione di amuleti e talismani, consacrazione, protezione.
Curiosità: A Roma si purificavano le trombe usate in guerra. Nel marzo del 415 d.C. (il giorno esatto non lo sappiamo) fu assassinata la filosofa e scienziata pagana Ipazia.


Marzo è il mese del Rinnovamento, della Semina, dell'amore e della vita. L'energia di questo mese è iniziatoria, apre i cicli. È selvaggia, indomata, aperta e spinta a nutrirsi. È il tempo della crescita e della scoperta. Come la natura rinasce, anche noi dobbiamo spingerci verso il futuro e il nuovo.
Non a caso questo è il periodo delle pulizie di primavera, momento giusto per liberarci di ciò che è vecchio e inutile. Questa lunazione ci propone di realizzare cose nuove, durature. Quindi non si tratta di farci trascinare dall'entusiasmo del momento, ma di creare o seminare tutto ciò che è nuovo e che può maturare con il tempo per dare frutti futuri portati avanti con costanza e pazienza.
Questo Esbat è sotto l'influsso della Bilancia che stimola il romanticismo, la voglia di avventure, la poesia, la bontà, e le occasioni propizie specie in ambiente giudiziario o nell’amministrazione pubblica. In opposizione a ciò procura amori segreti, separazioni, divorzi, rotture. Con la Luna in Bilancia, quindi sono estremamente favoriti i legami amorosi. Dunque il periodo è propizio per i rituali riguardanti le riconciliazioni, per armonizzare ciò che è disarmonico, per legare gli affetti, per stringere nuove amicizie, e tutto ciò che riguarda le unioni tra due o più persone. Ottimo periodo anche per i rituali di Alta Magia.
La luna nella sede di Venere dona un inconfondibile charme e in certi casi autentica bellezza e tratti delicati. Ma poiché Venere non è solo senso estetico, la donna con questa luna sarà anche molto etica, attenta agli altri, ed equa, insomma una vera mediatrice. Un po’ formale, molto raffinata, talvolta fredda e impenetrabile, è comunque portata per creare buoni rapporti duraturi, da cui trae la sua tranquillità emotiva.  L’immagine materna è a sua volta assai formale, un tipo di donna molto attenta all’estetica, all’etica, al lato intellettuale e all’educazione, ma in seria difficoltà con la fisicità e l’emotività di un bambino. Questo può essere causa di un disagio, un eccessivo controllo delle emozioni e degli istinti, considerati sempre sconvenienti. C’è un grande bisogno di rendersi piacevoli, per cui molta energia viene investita nella direzione degli altri, anche se non manca certo la capacità di un ascolto presente e sincero. La cosa che teme di più in assoluto è la solitudine, anche perché è una luna che predispone alla vita di coppia, purchè questa sia basata su uno scambio equilibrato tra il dare e l’avere, e su principi buoni e giusti (anzi anche belli). Questa luna favorisce l’espressione artistica e una sensibilità di tipo femminile anche nell’uomo.
Sono giorni di equilibrio, sensibilità artistica, delicatezza e indecisione. Sono giorni adatti per le faccende di giustizia, le associazioni, e tutto cio’ che richieda imparzialita’ e buoni rapporti. Il senso estetico è accentuato.
Questo mese la Luna Piena cade sotto un segno di aria, adatto per operare su poteri mentali, veggenza, poteri psichici, creatività, sapienza e saggezza. Questo si allinea con il giorno di mercoledì, giorno di Mercurio favorevole alla cultura generale, alla comunicazione, l'arte, la scienza, le collaborazioni, la scrittura, la lettura, la spiritualità e la protezione dei beni dai furti ma anche per infondere entusiasmo in un progetto in cui interviene la ragione. Con la Luna in Bilancia si fanno rituali per le arti, le associazioni, i problemi giuridici, rituali di guarigione.
Il Sole si trova in ariete per questo si opera su passioni amorose, passioni intellettuali faccende che richiedono audacia e coraggio, denaro acquisito con colpi di genio o di fortuna, saluta in generale intesa come forza vitale, aumento di forza morale, autorevolezza, fascino personale, sex appeal, protezione da individui dalla personalità dominante e da situazioni che impediscono una vita indipendente.
Ci troviamo nella XIV° dimora lunare sotto il dominio di venere. Questa dimora permette di operare su incantesimi di fascinazione sessuale, ottima anche per guarire malattie e affievolire le passioni devastanti, creare talismani per viaggiare e giocare d’azzardo o ottenere qualcosa da una persona altolocata (raccomandazioni, prestiti, incontri con persone che possano aiutare la carriera), si possono anche fare talismani per favorire il divorzio e attrarre verso un altro partner. Stimola l’amore fra gli sposi, fa guarire dalle malattie, favorisce gli studi. È favorevole ai viaggi per mare ma contraria ai viaggi terrestri.
Attenzione alla salute fisica. Ottimo momento per consacrare gli amuleti e i talismani, ma attenzione ai rituali d'amore che consiglio di evitare. Marte può creare problemi anche con i rituali di guarigione quindi meglio rituali non attivi o troppo complicati. L'influsso del sole sarà molto positivo per queta giornata, ma Mercurio porterà un po' di rimidezza e qualche possibile incomprensione e problemi disorganizzativi.


Fonti di riferimento per i dati raccolti:
- http://www.tuttoxme.com/aspetti-transiti-oggi
- Il cerchio della luna
- Cronache esoteriche
- Le porte della Luna, Devon Scott
- Almanacco magico, Devon Scott

mercoledì 9 marzo 2016

Recensione "La Luna è dei Lupi" di Giuseppe Festa

Finalmente è arrivato in libreria l'ultimo libro di Giuseppe Festa e io non potevo lasciarmelo sfuggire, a maggior ragione perché parla dei lupi! È un libro che ho letteralmente divorato in un pomeriggio!

Titolo: La Luna è dei Lupi
Autore: 
Giuseppe Festa
Editore: Salani
Pagine: 256
Prezzo: 14,90 €
Data di uscita: marzo 2016

voto:
Trama Ruscelli dipinti d’argento dalla luna, nastri di profumi colorati tesi sui prati, sagome di cervi come macchie di buio su una tela d’ombra. E un’oscura minaccia oltre il confine. Questo è il mondo di Rio, un lupo dei Monti Sibillini. A lui è affidata la sopravvivenza del suo branco piegato dalla fame e dalla scarsità di nuove nascite, costretto ad affrontare un lungo viaggio nei meandri di una natura da scoprire e difendere, nell’eterno conflitto con un nemico che ora ha le fattezze di un branco antagonista, ora quelle dell’uomo e dei suoi cani. L’entrata in scena di Greta e Lorenzo, due giovani ricercatori, darà il via a una catena di eventi imprevedibili.
Tra le meraviglie della natura selvaggia e le insidie del mondo degli uomini, l’emozionante viaggio di un branco alla ricerca della libertà. Una trama che si trasforma in un sorprendente gioco di specchi, dove ogni lettore ha la possibilità di osservare la natura degli animali e la società degli uomini dal punto di vista dei lupi. Una storia che diventa metafora della condizione umana, tra conflitti e amicizia, istinto e ragione, pregiudizi e accettazione del diverso. ‘Chissà se anche gli uomini pregano’ si chiede a un tratto Lama, una femmina del branco, contemplando la luna. Perché i lupi pregano.

In questi giorni mi sono presa l’influenza, quindi la forzata segregazione mi ha permesso di buttarmi su una lettura che ho atteso per lungo tempo con fervida impazienza: ovvero “La luna è dei lupi” di Giuseppe Festa. Ho appena finito di leggerlo e… mi sento ancora frastornata dalla miriade di emozioni che mi ha trasmesso. È sempre difficile parlare di un libro che abbiamo amato.
Ormai dovrete sapere quanto apprezzo questo autore, dopo Il passaggio dell’orso e l’ombra del gattopardo, si arriva a parlare di lupi, animali che amo molto e a cui sono molto legata. Le aspettative sono sempre alte, ma non vengono mai deluse. Nonostante le tematiche siano sempre rivolte alla natura e a messaggi di ecologia e rispetto per gli animali, stavolta il libro prende una strada nuova.
Non siamo più nel Parco Nazionale D’Abruzzo e non sono più i giovani volontari a guidare le avventure, ma ci spostiamo sui Monti Sibillini, guidati da un branco di lupi. Sarà infatti attraverso i loro occhi che potremo assaporare la vita selvaggia in queste meravigliose terre, accompagnati dalla sapienza e l’intraprendenza di due ragazzi: Lorenzo e Greta. Lorenzo è un tesista impegnato in una ricerca sul campo, mentre Greta è una volontaria che lo affiancherà e che trasformerà questa bellissima esperienza, in una lezione di vita per entrambi. Sarà per loro un insegnamento fondamentale, che supererà le barriere dei pregiudizi, delle paure e del distacco scientifico.
Ma quelli che hanno catturato il mio cuore sono i lupi. Rio, Lama, Gemma, Falco, Brugo, Selva, Alba ma anche Grigio, Ambro e Scuro. Ognuno di loro ha un posto speciale e mi ha insegnato qualcosa. Mi sono sentita parte della loro famiglia, una del branco. E adesso non riesco a non immaginarmeli a passeggiare tra i monti, sotto la loro amata Luna che li protegge da lassù. Li sento ululare nei miei pensieri e vorrei solo ululare con loro, omaggiare la Madre che regola le leggi a volte severe della natura.
Rio, che con il suo branco dovrà trovare la strada per raggiungere la libertà, senza casa, in lotta contro i mali dell’uomo, dovrà fare affidamento ad ogni risorsa possibile per capire la legge della natura e salvare la sua famiglia. Quando gli equilibri naturali vengono meno, ogni giorno diventa una lotta alla sopravvivenza, e la stupidità degli uomini spesso mette a repentaglio ogni cosa.
I libri di Giuseppe Festa sono magici. Nella loro semplicità di trama, racchiudono la potenza di una memoria ancestrale, risvegliando un ricordo dell’anima, quasi un richiamo della natura selvaggia di cui facciamo parte, ma che abbiamo dimenticato.
Possiamo ritrovare noi stessi dentro le sue parole, ci rende parte di un tutto che è altro non è che la vita stessa, la vera vita, quella che va oltre una società costruita e illusoria. Possiamo respirare la verità di un mondo a cui nel nostro profondo io aneliamo. Una libertà che ci è stata preclusa e di cui ci è stato insegnato ad aver paura, sebbene il suo richiamo sia impossibile da dimenticare.
Quando leggo i suoi libri io mi sento bene. Mi sento tornare a casa e non posso fare a meno che sentire il cuore in subbuglio dal desiderio di correre nei boschi insieme ai lupi, ballare sotto la luna e tuffarmi in un fiume limpido.
Non posso non amare una storia che parla dritta alla mia anima sopita. Con maestria e semplicità, Giuseppe ci trasporta in un mondo reale e a tratti duro, ma lo fa con dolcezza. Ci ritroviamo così a trattenere il fiato per tutto il libro perché la vita non permette mai un attimo di tregua, ma è sempre una continua sorpresa inarrestabile. Persino nei punti più difficili e sofferti, si riesce ad affrontare il ciclo infinito della vita con la stessa filosofia dei lupi, senza lasciarci andare a pensieri umani.
Ma è proprio nei momenti in cui l’umano e il selvaggio si incontrano che ho sperimentato le emozioni più grandi e a tratti dolorose. Perché questa storia parla di me, di tutti noi. E queste emozioni che ululano nel mio petto non potranno più essere sopite.
Questo libro è un dono, e per chi ha l’animo libero e sente ancora il dolce richiamo della natura, sarà un viaggio che non dimenticherà mai. Mi auguro che sia un primo piccolo passo affinché gli esseri umani imparino dai propri errori e tornino ad amare e vivere in armonia con la natura. Sono felice che abbia trattato l’argomento dei lupi, troppo spesso ingiustamente giudicati, accusati, vittime di pregiudizi sbagliati. Questa è una lezione fondamentale: impariamo a conoscere ciò che ci spaventa perché spesso l’unico vero pericolo siamo noi stessi. I lupi non sono pericolosi, anzi sono una salvezza per il nostro ecosistema e dovremmo tutti impegnarci per proteggerli con ogni mezzo.
Non posso che ringraziare Giuseppe Festa per l’instancabile lavoro meraviglioso che svolge. Con questo libro non solo ci ha donato una lettura spensierata, emozionante, profonda, avventurosa, ma ci lascia anche grandi insegnamenti e dolci riflessioni.
Sono sicura che questo libro piacerebbe anche ai lupi. Ed io rimango qua, davanti a questo libro meraviglioso, commossa ma con un sorriso di speranza, amore e vita.

COSIGLI DI LETTURA DEL PORTALE:
TEMATICHE: Natura, Lupi
DELLO STESSO AUTORE: "Il Passaggio dell'Orso" e "L'ombra del gattopardo"
CONSIGLIATO A: Tutti coloro che sono sensibili ai temi ambientali

Voi lo avete letto? Che ne pensate?

martedì 8 marzo 2016

Lunario Magico: Luna Nuova della Primavera - marzo 2016


Nome: Luna Nuova della Primavera
Giorno: martedì 9 marzo 2016
Ora di novilunio: 02:55
Impulso lunare: Ascendente
Transito lunare: Pesci
Dimora lunare: XXVII
Transito solare Pesci
Vuoto lunare: dalle ore 19:00 alle ore 23:00 transito da Pesci ad Ariete
Pianta del giorno: Tasso. Portare addosso sacchettino bianco con un pezzetto di legno per proteggersi da attacchi astrali.
Energie: Creatività, Intuito, Sensibilità, Altruismo, Femminilità, Rinnovamento, Sbloccare situazioni,
Rituali: Sconsigliati. Fare meditazione.
Curiosità:  Nella tradizione magica è uno dei giorni più favorevoli agli studi occulti e a coloro che cercano di portare alla luce verità nascoste.


Marzo è appena cominciato e ci avviamo all'equinozio, da qui il nome di Luna della Primavera, una luna che richiama il rinnovamento e la rinascita dall'oscurità, ma prima di poter sbocciare è necessario affondare le radici nell'oscurità. Questo è quindi il momento giusto per analizzare il proprio carattere o le situazioni pesanti in cui ci troviamo per poterle risolvere. Si tratta di una giornata favorevole per gli incontri e per cambiamenti positivi anche in amore. Questa luna nuova cade di martedì, giorno propizio per sbloccare situazioni ingarbugliate che non riusciamo a risolvere, ma anche per avere coraggio e forza fisica. Allo stesso tempo facciamo attenzione all'aggressività con cui affrontiamo i problemi, per non causare conflitti. Saremo molto passionali e ispirati, creativi ma anche molto emotivi. La Luna in Pesci ci porta a sentirci un tutt'uno con l'universo, ci aprirà agli altri e saremo più propensi ad aiutare chi è in difficoltà. L'empatia data da questa luna ci farà sentire l'amore universale, se ci apriremo a questo sentimento potente potremo sperimentare una pace e una serenità profonde, riusciremo così ad annullare in noi i conflitti interiori e sarà il momento giusto per fare qualcosa di buono per migliorare questo nostro mondo che troppo spesso diamo per scontato.
Smettiamo di lamentarci di ciò che non va bene nella nostra vita e diamoci da fare per essere noi il primo cambiamento. Il nostro intuito ci permetterà di essere ricettivi, quindi sono favorevoli i sogni premonitori. Possiamo approfittarne per fare una meditazione o per chiedere aiuto ai nostri spiriti guida. Siamo sinceri con noi stessi e guardiamo dentro di noi senza timore.
Avremo una spiccata fantasia che consiglio di sfruttare il più possibile. Questa giornata ci porterà moltissime nuove idee, anche se la maggior parte non verrà mai messa in pratica.
Il vostro bisogno spirituale non dovrà essere ignorato, perché l'emotività potrebbe portarvi a sbalzi d'umore altalenanti, tra autostima e depressione. Proteggetevi invece dalle influenze degli altri, perché tenderemo a subire le emozioni altrui.
Purtroppo tenderemo ad essere deboli e incostanti e l'influenza di saturno può dare problemi sopratutto in divinazione che oggi è sconsigliata. Le azioni saranno quindi rallentate e le influenze adatte all'allontanamento e al danno. Evitare rituali in ogni campo, nonostante il favore di Giove che porta un buon dialogo.
Saremo attratti dall'acqua e dai viaggi, ma la fortuna oggi sarà incerta quindi meglio non rischiare sopratutto in ambito di denaro e carriera.
Se potete usate la compassione che si farà più forte per prendervi cura di creature indifese e sofferenti. Seguite il vostro cuore, non sbaglierete.



Fonti di riferimento per i dati raccolti:
- http://www.tuttoxme.com/aspetti-transiti-oggi
- Il cerchio della luna
- Cronache esoteriche
- Le porte della Luna, Devon Scott
- Almanacco magico, Devon Scott

venerdì 4 marzo 2016

Blogtour + Giveaway "Sogni di Carta" - Recensione 8° tappa


Eccoci giunti all'ottava tappa del Blog Tour del romanzo "Sogni di Carta" di Melania D'Alessandro.
Se vi siete persi il post di presentazione e le tappe precedenti, trovate tutte le informazioni qui. Ricordo, inoltre, che il Blog Tour si concluderà con un bel Giveaway (per sapere come partecipare e vincere i premi messi in palio, leggere attentamente il post di presentazione). Affrettatevi, c'è tempo solo fino a domani alle ore 12:00!
Oggi che è il mio turno, vi lascio la mia personale recensione di questo delizioso romanzo! 


Titolo: Sogni di Carta 
Autrice: Melania D'Alessandro 
Pagine: 137, illustrato
Prezzo: 13,90 euro formato cartaceo 
Editore: Leucotea 
Data di pubblicazione: 23 febbraio 2016

Trama: Sogni di Carta è un negozio speciale. Tanto per cominciare, è gestito da un signore che veste sempre con abiti a quadretti e da un topo brontolone che va ghiotto di biscotti e viaggi fantasiosi. È una libreria magica, dove ogni parola scritta può diventare realtà e in cui i clienti vivono le avventure dei protagonisti delle storie come fossero proprie. Un giorno, tuttavia, libraio e topo di biblioteca si ritrovano ad affrontare guai seri: il mondo della fantasia è in pericolo e rischia di scomparire per sempre. Tra magici ripostigli, laboratori sognanti e personaggi straordinari si snoda la storia di Sogni di Carta, dove la magia diventa possibile e dove anche i lettori possono fare la differenza.



Ci sono libri che hanno un valore speciale e dopo averli letti non sai bene da dove cominciare per parlarne. Così è Sogni di Carta per me. Ho appena finito di rileggerlo e la sensazione di malinconia mista ad emozione ancora mi avvolgono. Parlarne senza esserne coinvolta è praticamente impossibile, avendone seguito lo sviluppo durante la stesura, ma cercherò di farlo.
La storia narra di una libreria magica, Sogni di Carta, gestita da un eccentrico libraio e dal suo inseparabile aiutante Gulliver, un topolino di biblioteca goloso di biscotti. Insieme aiutano i lettori a trovare il libro giusto per loro facendogli vivere mille avventure che possono accompagnarli in ogni momento della vita, da quelli belli a quelli brutti. Ed è questa la vera magia dei libri, non sono solo uno svago, ma un vero magico aiuto nel momento del bisogno. Un giorno però, qualcosa di strano succede e i libri cominciano ad avere dei problemi. Archimede e Gulliver cercheranno di scoprire il misterioso problema che minaccia il regno della fantasia per risolverlo con l’aiuto di nuovi amici e si, anche dei libri e dei lettori come noi.

In un paese lontano, che potrebbe essere il vostro così come il mio, un tempo esisteva un negozio speciale.

Sin dalle prime righe mi sono sentita tornare bambina, come se la magia di Sogni di Carta fosse realmente racchiusa tra quelle pagine e mi avesse inondata. Lo stile così fresco, allegro e carezzevole mi ha fatta innamorare. I personaggi poi sembrano usciti da un passato dimenticato, sono nuovi eppure in qualche modo si percepiscono subito come amici di vecchia data e non puoi non affezionarti a loro.
Le avventure in libreria sono divertenti, ma lasciano sempre un insegnamento. Così, quando cominciano i problemi, non possiamo fare altro che preoccuparci noi stessi e meravigliarci con i protagonisti per le sorprese che incontreranno nel loro cammino.
Sarà inevitabile immedesimarci e riflettere noi stessi sul nostro rapporto non solo con la lettura, ma anche con il tempo, con l’ecologia e la natura, con gli amici e la famiglia, ma anche con lo studio e la fantasia. Un bambino potrà ritrovare il suo mondo, mentre un adulto potrà ricordare le cose importanti che ha dimenticato o messo da parte per colpa della vita frenetica che spesso si ritrova a vivere.
In Sogni di Carta si trovano molte idee e spunti non solo per nuove e vecchie letture, ma anche per interessanti e originali attività che potrebbero portare Sogni di Carta direttamente nella nostra vita. Questa non è una lettura che termina con il finale, ma può diventare un inizio per creare la nostra magia nella vita quotidiana e così come fanno i protagonisti, diventare anche noi degli aiutanti per portare la magia dei libri nelle vite delle persone care.
Ma la cosa che ho amato di più di Sogni di Carta è il finale, uno di quei finali che io amo tanto, dolce ma al tempo stesso in qualche modo malinconico, mi ha emozionata e commossa, dandomi quel senso di “casa” e di gioia di un passato che è anche presente e futuro.
Questa fiaba magica e dolce mi è entrata nel cuore, con la sua semplicità riesce a racchiudere la potenza di un sogno, di un messaggio universale e sempre attuale.
Ebbene si, anche Sogni di Carta avrà il suo posto speciale tra i miei libri e sono felice di essermi sentita parte di questa storia in qualche modo. E adesso non mi resta che attendere le nuove storie che Melania scriverà, sicura che mi regaleranno altre emozioni!




Che ne pensate? 
Melania vi aspetta lunedì 7 marzo sul suo blog con l'estrazione del fortunato vincitore del Giveaway!

- Tappa 9: Estrazione del vincitore del Giveaway - lunedì 7 marzo



venerdì 26 febbraio 2016

Recensione "Lux Tenebrae" di Adam Kadmon

Questo libro non era nei miei piani. Non avevo considerato minimamente la possibilità di leggerlo e un giorno in una maniera molto particolare è arrivato da me, proprio in un periodo in cui ero tornata a parlare di questi argomenti. A questo punto è proprio il caso di dirlo: Coincidenze? Io non credo!

Titolo: Lux Tenebrae
Autore:
Adam Kadmon
Editore: Priuli&Verlucca
Pagine: 390
Prezzo: 17,50 €
Data di uscita: gennaio 2016

voto:
Trama: Illuminati - Il volto occulto del Nuovo ordine Mondiale
«Ormai non è più questione di preoccuparsi della fondazione di un Nuovo Ordine Mondiale quanto piuttosto della modalità attraverso cui intendono conseguirlo».


Premetto che generalmente non guardo la televisione e il programma Mistero l’avrò visto forse una volta sola nella mia vita, quindi Adam Kadmon lo conosco solo di fama tramite internet. Quando mi è arrivato questo libro non ero sicura di quello che avrei trovato e pensavo che probabilmente non mi sarebbe piaciuto, nonostante sia interessata nel mio privato a molti temi che poi vengono trattati nel libro.
Questo libro, scritto dal misterioso personaggio conosciuto sotto lo pseudonimo di Adam Kadmon che molti di voi hanno visto in televisione, è il proseguo dell’altro intitolato “Illuminati” che io non ho letto.
Quello che mi ha convinto più di tutto di questo libro è stata proprio l’introduzione, dove le teorie di Kadmon vengono presentate come “fiabe” moderne, quasi a voler mettere le mani avanti, ma lanciando un avvertimento: leggete, ragionate, osservate, ponetevi domande e scoprite la verità da soli. Il mio naturale scetticismo mi ha permesso di apprezzare il modo in cui il tutto viene presentato, rendendomelo più accettabile, sopratutto perché ho rivisto in questo modus operandi un intento specifico, ovvero non solo il voler proteggersi da ritorsioni in caso di verità delle affermazioni, ma anche il far capire che non sono importanti tanto le storie narrate e le teorie complottistiche presentate, quanto il metodo di indagine che dobbiamo fare nostro per aprire la mente e non farci soggiogare dai giochi di potere e manipolazione mediatica a cui siamo costantemente sottoposti.
Infatti, sebbene alcune teorie risultino molto labili, c’è comunque un fondo di verità in molte di esse e anche le teorie meno valide, rimandano a rivalutare quelle più serie e fondate, tanto che durante la lettura ero pervasa da un senso di inquietudine crescente.
Quello che viene narrato in questo libro è vero. Ma non vero nei dettagli di ogni teoria, quanto nel meccanismo che c’è dietro al mondo in cui viviamo, ed è proprio su questo che a mio avviso bisogna puntare il nostro interesse. I vari capitoli, le varie storie e ipotesi, sono solo dei pretesti per farci rendere conto di quanto la nostra vita è controllata e quanto siamo pedine nelle mani di potenti che hanno interessi personali.
Il punto focale infatti non è cosa è accaduto, ma come agiscono queste potenze mondiali. Imparando questo potremmo capire come proteggerci e fare del nostro meglio per evitare di esserne vittime. La cosa in realtà sembra quasi impossibile, ma una speranza c’è e credo sia questo a cui punta l’autore del testo.
Quindi, se alcune teorie mi sono sembrate strampalate, altre avevo avuto modo di scoprirle da sola e con questo libro ho potuto vedere altri aspetti e avere alcune conferme.
Purtroppo però la carenza più grande di questo libro è che non presenta le dovute fonti. Mancando queste, ogni teoria si perde divenendo semplice chiacchiera da bar. I temi trattati sono davvero molti per cui molto spesso si limita ad accenni (alcuni anche azzardati) senza andare mai a fondo, non lascia citazioni proprio quando ne avremmo bisogno e non mette fonti da cui trae le sue teorie, non lascia tracce tangibili realmente valide per poter confutare molte delle affermazioni del libro. Inoltre manca completamente una bibliografia, a mio parere necessaria per un libro del genere dove vengono nominate molte questioni presenti e passate che potremmo verificare noi stessi, aiutandoci con dei testi consigliati per non inciampare su siti dubbi.
Questa mancanza, unita ai continui tentativi di sminuire le sue teorie e al contempo dargli valore in un gioco di ammiccamenti innocui, mi ha fatto pensare che il motivo sia di mantenere una distanza per non incorrere in qualche pericolo. Inserendo anche allusioni meno valide tra teorie importanti per poter così proteggersi in qualche modo ma dando i giusti spunti per permettere a chi ha una mente pronta di cogliere le cose giuste e proseguire una ricerca seria sulle cose davvero importanti da solo. Questa è la sensazione che mi ha dato. Quanto ci sia di vero non ne ho idea.
L’obiettivo di Adam Kadmon è di fare in modo che le persone riescano a migliorare sé stessi, per non permettere alle potenze di usarle a loro piacimento. Essere persone rispettose, altruiste, colte, può dare un enorme contributo perché il mondo è formato da esseri umani e se ognuno di noi fosse una persona migliore, le potenze non avrebbero più potere su di noi. Infatti esse sfruttano l’ignoranza, la paura, la rabbia, i problemi che vengono creati per fare in modo di tenerci sotto controllo con il nostro permesso.
Il libro, scritto in maniera molto semplice e immediata, quindi adatto anche a chi non è abituato a tali argomenti o tipi di testo, si divide in 4 parti.
La prima tratta di una serie di complotti, morti misteriose e strane coincidenze attraverso personaggi e film famosi come la morte di Michael Jackson, Bruce e Brandon Lee, Guerre Stellari, Robin Williams e Paul Walker, Stanley Kubrick e il culto di Saturno, le stragi unite a Batman, l’attentato dell’11 settembre e il piano Kalergi.
Nella seconda parte si parla degli illuminati nella storia, ovvero viene trattata brevemente la teoria del sistema mondiale dalle origini, con il tentativo della creazione del Nuovo Ordine Mondiale, Adam Weishaupt e la creazione degli Illuminati, l’organizzazione Palladio, varie figure importanti come Jacob Schiff, il presidente Wilson, Trotzkij, Lenin, Stalin, il CFR, l’ONU e la Terza Guerra Mondiale, fino alla progettazione Ufo nazista e i rapimenti alieni.
Nella terza parte si parla degli illuminati nella cultura del mondo, da Astana la capitale degli illuminati, l’influenza del ciclo di Saturno sugli eventi, le opere di Michelangelo e Leonardo, l’attacco alle colombe del papa e l’importanza della lettera G e il numero 7.
Infine l’ultimo breve capitolo riguarda gli ultimi avvenimenti importanti accaduti, come la strage di Charlie Hebdo, il progetto ISIS e la strage a Parigi.
Come vedete gli argomenti sono tanti e non sempre sufficientemente trattati, a volte si sente proprio la necessità di avere i dati per confutare determinate teorie, alcune le ho personalmente escluse, altre sono valide, ma nel mezzo c’è tutto il resto che avrebbe bisogno di basi solide perché nel libro rimane purtroppo una speculazione personale in cui vengono mescolate e unite varie informazioni molto diverse da loro che sembrano ricollegarsi. Il collegamento però senza un’adeguata spiegazione e giustificazione di tale punto finale, finisce per non poter essere convalidato fino in fondo. Ripeto anche che credo sia stato nelle intenzioni dell’autore lasciare il tutto così vago e in sospeso pur essendo preciso nelle sue dichiarazioni.
Non resta che leggerlo e valutare voi stessi, caso per caso e indagare con le vostre forze per giungere alla basi da cui sono state dedotte queste teorie, presentate come fiabe.

COSIGLI DI LETTURA DEL PORTALE:
ARGOMENTO: cospirazionismo e misteri
DELLO STESSO AUTORE: Illuminati
LIBRI SIMILI: "Il club Bilderberg" di Daniel Estulin

Voi lo avete letto? Che ne pensate?

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...