Citazioni del giorno:

Giveaway del Portale Segreto

AVVISO: il blog al momento è in fase di rinnovo totale, quindi subirà dei rallentamenti!

mercoledì 3 aprile 2013

Once Upon a Witch - cimitero ebraico di Praga e Golem



Once Upon a Witch è una rubrica che ci terrà compagnia il mercoledì a giorni alterni e rigurda tutto ciò che ha a che fare con le streghe. Ci saranno consigli di rimedi naturali, leggende popolari, cronache di viaggi in posti antichi e magici, storie di streghe, informazioni sul paganesimo e sulle streghe, cristalloterapia, cromoterapia, fitoterapia, libri, film, feste, strumenti... Tutto ciò che riguarda ciò che sta intorno all'Arte e al mio vivere come strega.

 Il cimitero ebraico di Praga e il Golem

Diversi anni fa sono stata a Praga e la cosa che mi è piaciuta di più è stato il vecchio cimitero ebraico. È un posto che vi consiglio di visitare perché è davvero molto bello ed emozionante. Il luogo così sinistro, cupo, silenzioso, ti entra dentro. Sembra di entrare in un altro mondo o un'altra epoca.
Il cimitero è stato fondato nel 1439 ed è rimasto delle stesse dimensioni fino ad oggi. Le lapidi, rigorosamente senza immagini, ma solo con simboli incisi, sono ammassate quasi una sull'altra a testimonianza delle plurime sepolture (e solo una piccola parte delle lapidi è rimasta). Infatti non avendo più spazio si è arrivati a seppellire fino a 9 persone nello stesso posto, uno sopra l'altro.
La varietà degli stili delle lapidi (barocche, gotiche e rinascimentali) e la loro posizione, circondata da alti sambuchi, lo rende un luogo unico. Si possono contare circa 12000 lapidi in arenaria o in marmo. Il cimitero si salvò dalla distruzione durante l'epoca nazista, grazie alla volontà di Hitler di tenerlo come museo di una razza estinta.
La tomba più famosa e visitata è quella del Rabbino Judah Loew che ritroviamo intatta (si dice che nessuno la pulisca da secoli) e piena di sassolini e foglietti con scritti i desideri più disparati da visitatori di tutto il mondo.
Il rabbino è famoso perché si dice che creò un Golem di argilla per proteggere gli ebrei dalle persecuzioni che subivano continuamente all'epoca, grazie alla sua conoscenza della Kabbalah. Usò lo stesso rituale con cui Dio plasmò Abramo e grazie ad un incantesimo lo animò scrivendo sulla sua fronte la parola Emet (verità). Il Golem quindi era una creatura senza anima che ubbidiva al rabbino che lo aveva creato. Il Golem però cominciò a crescere troppo e a sfuggire al suo controllo facendo grandi danni. Allora il rabbino cancellò una lettera dalla fronte del gigante per ottenere la parola Met (morte) per fermarlo. Alcuni dicono che il Golem sia stato risvegliato dal figlio e continui a proteggere il ghetto ebraico, mentre altri dicono che si trovi nascosto nella Sinagoga Staronova.

Purtroppo non ho fatto foto, quindi vi lascio alcune foto prese da internet.




Tomba del Rabbino








Voi ci siete stati?


3 commenti:

  1. Io ho visitato il cimitero ebraico di Cracovia due anni fa. E' un cimitero molto più tradizionale, ma anche lì le tombe sono piene di sassolini, non sapevo, infatti, che è usanza della religione ebraica lasciare dei sassolini sulle tombe dei defunti.
    Prima di vedere le immagini non avevo immaginato così tante lapidi ammassate, sembra proprio un cimitero da film dell'orrore. Mi piacerebbe molto visitare Praga, quando lo farò (sperò presto), non mancherò di visitare anche il cimitero ebraico.

    RispondiElimina
  2. Se vai a Praga devi assolutamente vedere questo cimitero. È la cosa che mi è rimasta più impressa. Non sono mai stata a Cracovia, magari prima o poi ^^

    RispondiElimina
  3. Wowww bellissimo cimitero!! molto inquietante!!!
    Sono una vita che voglio visitare Praga, quando ci andrò, sicuramente passerò per questo cimitero!!

    RispondiElimina

I commenti portano la magia sul blog.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...