Citazioni del giorno:

Giveaway del Portale Segreto

AVVISO: il blog al momento è in fase di rinnovo totale, quindi subirà dei rallentamenti!

martedì 3 marzo 2015

Recensione "La maledizione di Odi" di Maite Carranza

Ed eccoci qua al terzo ed ultimo volume della saga della Guerra delle Streghe di Maite Carranza, ho letto, apprezzato e recensito i primi due. Potete leggere la recensione del Clan della Lupa qui, e quella del Deserto di ghiaccio qui. Se non avete letto i primi due libri vi avviso che qui potreste trovare degli spoiler.


Titolo: La Maledizione di Odi
Autore:
Maite Carranza
Editore: TEA
Pagine: 414
Prezzo: 8,90 €
Data di uscita: 2011

voto:
Trama: Dopo aver appreso le straordinarie circostanze in cui sua madre Selene la dette alla luce, Anaid Tsinoulis, la giovanissima eletta del clan della lupa, vuole compiere ciò che le profezie hanno in serbo per lei: impadronirsi dello Scettro del Potere e porre fine alla Guerra delle Streghe, distruggendo per sempre le Odish che con la loro sete di sangue minacciano i clan Ornar e gli stessi esseri umani. Ma la giovinezza è irruente e contraddittoria, e prima della sua missione Anaid desidera l'amore di Roc e quello di Gunnar, il padre finalmente ritrovato. E lo Scettro del Potere sembra assecondarla, rendendola più potente come mai. Ma l'eletta sta per imparare una dura lezione: il suo destino è segnato, la Maledizione di Odi sta per compiersi, e lei dovrà scontrarsi con il suo stesso clan, il suo sangue e il Consiglio dei Morti... Il volume conclusivo della saga mediterranea di Maite Carranza che racconta l'ultimo atto di una trilogia fatta di personaggi e luoghi indimenticabili, di donne guerriere e sapienti, di mondi fantasticamente reali e realisticamente immaginari. Età di lettura: da 13 anni.

RECENSIONE: Dopo il clan della lupa e il deserto di ghiaccio che finiva proprio nel momento di inizio dell’azione, mi sono precipitata a continuare questa saga prendendo subito tra le mani il terzo volume. Abbiamo scoperto la storia di Selene, le circostanze particolari della nascita di Anaid e la sua missione nella lotta contro Baalat e le Odish. Anaid dovrà percorrere il cammino dei morti per sconfiggere la temibile dea, imparare a usare il potere dello scettro senza venirne posseduta e porre fine alla guerra delle streghe. Ma Anaid ha solo quindici anni, tanti sogni, un ragazzo che ama e che non ha potuto baciare prima di partire e un padre che ha appena scoperto di avere. Una volta scoperta la verità sulla sua identità e incontrato suo padre, Anaid decide di prendere in mano la sua vita e di affidarsi alle sue scelte scappando da sua madre e nascondendosi al clan, andando contro tutto e tutti per ritrovarsi a dover scegliere tra il dovere e i suoi desideri. Si troverà in bilico tra il clan nemico e il suo clan, tra la sua famiglia e i suoi amici, tra l’amore e lo scettro. Ma c’è una profezia che nessuno le aveva mai rivelato, una profezia pericolosa di amore e morte che la riguarda da vicino e che la porta a rischiare tutto ciò che ha e le persone che ama. Riuscirà a compiere il suo destino di eletta?
Dopo i primi due libri ero ansiosa di leggere il terzo, eppure nonostante l’azione che non manca mai da queste pagine, ma che anzi passa da un evento all’altro senza dare un attimo di tregua, stringendo nella morsa il lettore, la prima metà del libro mi ha fatto più volte impazzire. Selene e Anaid si comportavano in maniera assurda e se da una parte capivo il loro comportamento, dall’altra mi sembrava una follia visto la missione che dovevano compiere. Era come se tutta la storia narrata da Selene non fosse servita a niente ad Anaid e invece di imparare dagli errori di sua madre avesse deciso di impegnarsi per farne di più grandi rovinando tutto. Selene invece era tornata adolescente e sembrava non voler ragionare, affidandosi completamente a vecchi rancori. E così, invece di concentrarsi su Baalat e la guerra delle streghe, la protagonista si concentra su sé stessa, sulle sue domande, sui suoi desideri e si affida a degli sconosciuti invece di chiedere aiuto a coloro che l’hanno cresciuta. Allo stesso tempo, il suo clan non sembra trattarla come una persona, ma quasi la usano come pedina per i loro scopi per cui il suo comportamento è quasi giustificato. Come ho detto, inizialmente ero un po’ confusa e non facevo altro che lanciare esclamazioni di sorpresa, sconcerto o disapprovazione mentre leggevo, ma a parte questo ero sempre più presa dalla lettura sopratutto perché niente sembrava andare come avrebbe dovuto e non vedevo l’ora di sapere che sarebbe successo.
Dopo la prima metà l’irritazione sui loro comportamenti ha cominciato piano piano a diminuire anche se non è svanita del tutto fino alle ultime cento pagine in cui tutto mi è sembrato chiaro e logico e in quel momento sono riuscita ad apprezzare tutto ciò che prima non capivo fino in fondo. È stato un finale epico, emozionante e sconvolgente. Alcune cose le speravo, altre le temevo e altre ancora mi hanno sorpreso e commosso. Sicuramente un finale degno di questa trilogia tutta da scoprire. Ho apprezzato molto i riferimenti a varie antiche culture scismatiche e di stregoneria, alle leggende sopratutto del Messico, ma anche ai messaggi di speranza e coraggio che mi sono arrivati. Bisogna dare prima di ricevere e solo se diamo con amore e disinteresse in maniera spontanea possiamo trovare la via della salvezza. Questa è una trilogia che ricorderò sempre con piacere e affetto, una saga originale che ho apprezzato davvero molto, anche se ho preferito i primi due.


Voi lo avete letto? Che ne pensate?

6 commenti:

  1. ho letto questa trilogia molto tempo fa, in contemporanea con le uscite, ho amato il primo, il secondo lo ha apprezzato ma l'ultimo mi ha lasciato l'amaro in bocca! il sacrificio al posto di Anaid mi è sembrato troppo forzato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già :( Però capisco che non poteva finire in altro modo... A me facevano impazzire almeno per la prima metà del libro XD

      Elimina
  2. Molto bene.. Ero venuta per dirti che ho cercato il tuo blog su internet, perché su blogger non c'è verso di vedere più i tuoi post! Ultimamente ho un sacco di problemi di questo tipo con la home di blogger. Speri di risolvere.
    Nel tutto, volevo anche dirti che a me questa trilogia ispira molto e la sto cercando da parecchio. Credo che prima o poi la prenderò online.
    ps.: non ho letto la recensione per non avere spoiler, ma il commento qui sopra credo mi abbia rovinato qualcosa aahhaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace per blogger, da sempre un sacco di problemi uff -.-
      La mia recensione non fa spoiler sul contenuto del libro ma possono esserci verso il primo.
      Mi dispiace per il commento ç__ç però non preoccuparti non si capisce comunque se lo leggerai fammi sapere :D

      Elimina
  3. Sembra davvero una serie promettente... ci farò un pensierino :)

    RispondiElimina

I commenti portano la magia sul blog.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...