30 aprile 2018

# recensioni

Recensione "Book Blogger. Scrivere di libri in Reta: come, dove, perché" di Giulia Ciarapica



Bentrovati lettori! La recensione di oggi fa parte di un bellissimo blogtour organizzato da tantissime blogger per parlare proprio di... Book Blogger! Giulia Ciarapica ha scritto un piccolo manualetto che parla del diventare book blogger e oggi vi dico la mia impressione su questa lettura. Vi invito a vedere le altre tappe del tour, fatemi sapere che ne pensate!

Titolo: Book Blogger. Scrivere di libri in Rete: come, dove, perché
Autore: Giulia Ciarapica
Editore: Franco Cesati Editore
Pagine: 144
Prezzo: 12,00 €
Data di uscita: gennaio 2018
voto: 
Argomento: Chi è il book blogger e cosa fa? Cosa significa oggi fare critica letteraria 2.0? Il libro di Giulia Ciarapica propone un percorso attraverso i diversi modi di raccontare i libri in Rete: dal blog ai social network e YouTube, tutti gli strumenti sono utili per parlare di letteratura e per farlo in modo originale, fresco, ironico e creativo. Senza dimenticare però che dietro ogni blogger c'è prima di tutto un lettore, che ogni giorno si informa, confronta testi e cerca di trasmettere la propria passione al pubblico (piccolo o grande che sia) con un linguaggio chiaro e semplice. Partendo dai ferri del mestiere e dalla scelta dei testi, passando per le fasi della recensione e i relativi stili, senza lesinare consigli pratici e di lettura, Book blogger ci conduce alla scoperta di un mondo in grande fermento, provando anche a tracciare una mappa per orientarcisi: dai primissimi portali e lit-blog italiani alle ultime tendenze sui social, per arrivare ai siti contemporanei più attivi e seguiti e al fenomeno degli youtuber.
Sono ormai 8 anni che ho aperto questo blog, tra alti e bassi, momenti di pausa e nuove partenze. Questa esperienza mi ha insegnato molto, mi ha cambiata, mi ha fatto conoscere persone meravigliose. Quando ho cominciato non c'era ancora questo fenomeno, i blog letterari erano sconosciuti e si sapeva poco riguardo la loro influenza sul web per il mondo dei libri. Quella che era nata come una passione oggi per molti è un lavoro. Per questo motivo, quando ho scoperto l'uscita di questo piccolo manualetto per aspiranti blogger scritto proprio da una di noi, non ho potuto fare a meno di notarlo ed esserne incuriosita.
Questo manualetto in meno di 150 pagine tratta moltissimi temi come la lettura di critica letteraria, la scelta dei libri da recensire, l'analisi del testo, le varie fasi di scrittura della recensione, la revisione, ma anche la videorecensione, la promozione e la condivisione sui social. Ovviamente queste tematiche essendo così varie non possono essere indagate tutte nel dettaglio, dunque Giulia Ciarapica ci mostra le basi per poter poi proseguire noi stessi nella scoperta di questo mondo.
Il primo capitolo sulla critica letteraria l'ho trovato interessante e con diversi spunti per leggere e approfondire il tema della critica, troppo spesso sconosciuta o ignorata da chi vuole cominciare a scrivere di libri sul web. Si tratta di consigli personali dati dalle sue personali letture e non esauriscono il tema, anzi sono una piccola parte da approfondire e proseguire. L'autrice ci accompagna tra i suoi scaffali presentandoci alcuni degli autori che ha apprezzato per farci comprendere quanto la lettura sia fondamentale, non solo ai fini di svago, ma anche per acculturarsi e scoprire generi lontani da noi. Inoltre leggere testi di saggistica riguardo la scrittura è un modo per migliorare come blogger e rendere il nostro lavoro più professionale.
Un altro capitolo che mi è piaciuto è quello sulle videorecensioni che ho trovato molto fresco, carino e semplice. È stato interessante leggere qualche curiosità su alcuni youtuber che parlano di libri e capire come lavorano e come è nata questa loro idea, ognuno diverso, ognuno con il suo stile. Il capitolo è molto breve ma piacevole e penso che sarebbe stato carino improntare più su questo tipo di lavoro tutto il libro.
Il libro di Giulia si concentra molto sull'analisi di varie recensioni scritte da lei o da altri siti, mostrando frammenti con tanto di commento. Questo potrebbe essere molto utile in un corso apposito per scrittori, ma l'ho trovato forse eccessivo per questo tipo di testo. Avrei forse focalizzato l'attenzione su regole più generali sulla stesura di recensioni e sullo stile, come crearlo, come migliorarsi, su cosa puntare per fare un buon lavoro, per farsi conoscere, per migliorasi più che su questo elenco di esempi che, se non hai letto i libri in questione di cui si tratta, non sempre è facile cogliere tutto ciò che si vuole dimostrare. Molto interessanti invece i siti consigliati che possono essere utili per tenersi aggiornati o prendere spunto.
Non ho compreso molto bene il motivo di dedicare un capitolo intero alla scelta del libro da recensire, mi è sembrato superfluo anche se alcune indicazioni possono servire nel lavoro di blogger. Credo dipenda molto dal motivo per cui si apre un blog, argomento non trattato nel libro. Giulia sembra dare per scontato che si comincia a scrivere su un blog voglia parlare di libri per lavoro e non solo per passione. Per questo motivo trovo che questo libro sia più adatto a chi voglia fare il blogger di mestiere, i consigli sono infatti molto tecnici e specifici. Giulia consiglia tre riletture del testo e un lungo lavoro di scrittura e correzione della recensione. Le indicazioni su come svolgere il lavoro sono molto precise e ben fatte, personalmente lavoro in modo diverso, ma i suoi consigli mi sono stati utili per rivedere il mio lavoro e decidere di adottare qualche tecnica.
Quello che è mancato da questa lettura è stata la sua esperienza diretta come blogger, il rapporto con gli autori, le case editrici e i lettori. Non ho sentito da questo libro cosa significa davvero essere una book blogger. Questo era ciò che desideravo di più leggere, perché essere una blogger è un'esperienza unica che si discosta da altri lavori inerenti alle recensioni o ai libri. Avrei desiderato leggere delle sue esperienze o di quella di altri blogger su ciò che sta dietro al blog, non solo limitare il testo ai consigli sul creare una buona recensione. Credo che tutto ciò che dà il rapporto con i lettori e con gli autori e ciò che ci insegna il contatto con le case editrici sia unico e speciale ed è quello su cui avrei puntato in questo testo. Inoltre non ho trovato molte informazioni sulla piattaforma da scegliere, sulla grafica, su come cominciare questo cammino. Sembra un testo per chiunque voglia cominciare a lavorare parlando di libri, un testo introduttivo che dà qualche piccolo spunto che bisogna necessariamente approfondire con libri specifici, come per la promozione sul web, l'analisi testuale, la critica letteraria, lo studio dei vari social. Mi aspettavo qualcosa che caratterizzasse di più l'esser una book blogger e che invece non ho trovato. Dunque è un libro che consiglio a chi ancora non sa niente del mondo letterario (il capitolo su come è fatto un romanzo è abbastanza basilare e superfluo per chi l'ha già studiato) e vuole che diventi il suo lavoro. Fa capire quanto impegno c'è dietro la critica di un testo e quanto sono importanti sia la cura della lettura che quella della stesura della recensione e non da meno la condivisione sui social. Se invece volete aprire un blog per passione personale credo che questo libro non sia il testo giusto. I blogger possono scrivere ciò che leggono nel modo che preferiscono e per i motivi più disparati, non ci sono regole precise (come giustamente anche Giulia fa presente), tuttavia se vogliamo essere blogger di qualità questo libro può dare utili spunti che però consiglio di approfondire con testi specifici sui vari argomenti trattati.


Voi lo avete letto? Che ne pensate?

1 commento:

  1. Ciao, molto interessante il tuo blog, nuova follower https://michelaencuisine.blogspot.it

    RispondiElimina

Grazie per aver letto questo articolo. Sapere la tua opinione mi aiuta a migliorare.