23 marzo 2018

# 5 cose che

5 film che ho visto prima di leggere i libri da cui sono tratti


Finalmente torno a scrivere sul Portale, ho delle recensioni pronte da pubblicare e tante novità! Ormai sto ultimando la tesi e la fine si avvicina, ma avendo ripreso a lavorare sono sotto pressione e con davvero poco tempo disponibile. Cercherò di fare del mio meglio... Nel frattempo vi anticipo che sto organizzando un evento interessante per tutti coloro che sono appassionati di mitologia nordica e storia vichinga! Ma ve ne parlerò meglio più avanti... Tornando a noi, oggi vi parlo di 5 film che ho visto prima di leggere i libri da cui sono tratti... Di solito come tutti gli appassionati lettori, tendo a leggere il libro prima di guardare il film ma ogni tanto capita o mi è capitato di sgarrare a questa regola per vari motivi.


❥ Via col vento diretto da Victor Fleming nel 1939 con Vivien Leigh e Clark Gable è tratto dall'omonimo libro di Margaret Mitchell (1936) ed è uno dei miei libri preferiti in assoluto. Il film ha vinto ben 10 premi oscar e io l'ho visto e rivisto non so quante volte da bambina senza capirci molto. Alcune battute le ricordo ancora a memoria, tuttavia il film ormai oggi risulta lento e lungo e rispetto al libro non mostra neanche un decimo di ciò che viene narrato, quindi se avete visto il film ma non avete letto il libro vi consiglio di rimediare perché scoprirete un mondo intero! Adoro le storie in cui si parla anche della tratta degli schiavi o della loro lotta per la libertà e poi c'è Rhett... il mio personaggio preferito in assoluto! Lo amo! Una storia unica che non tratta d'amore. QUI potete trovare la mia recensione.

La storia infinita è un altro film della mia infanzia, diretto da Wolgang Petersen nel 1984, anche questo è tratto dal libro omonimo per ragazzi di Michael Ende (1979). Un film che mi ha segnata e che mi è rimasto nel cuore... ma mi ha anche lasciato dei traumi terribili! Insomma vogliamo parlare della morte di Artax nelle paludi della tristezza? Hanno creato una generazione di ragazzi traumatizzati e fatto arricchire così gli analisti! E insomma, Gmork come si dimentica? Il nulla che divora tutto... un bambino che legge un libro e deve salvare il regno della fantasia... c'è tutto ciò che può far sognare (e traumatizzare) un bambino. E del libro? Devo ammettere che il libro mi ha molto deluso... l'ho letto ormai adulta e mi aspettavo di ritrovare il film, tuttavia il film affronta solo la prima metà del libro e la seconda metà (che se non sbaglio ha dato spunto al secondo film che ho trovato davvero pessimo) non mi è proprio piaciuto. Bella l'idea dei ricordi persi da recuperare e il messaggio che c'è dietro ma mi ha lasciato un senso di angoscia e oppressione che non me ne ha fatto apprezzare la lettura, non so perché... e tra l'altro l'ho trovato lento e un po' noioso se non fastidioso. Mi dispiace perché l'autore mi piace, il suo libro "Momo" è uno di quelli che ho amato di più da bambina. Chissà magari potrei ritentare una seconda lettura un giorno...

❥ Dal libro Piccole donne di Louisa May Alcott (1868) sono stati tratti molte versioni filmiche, io ho visto la versione del 1994 diretta da Gillian Armstrong con un cast di attori famosi come Winona Ryder e Susan Sarandon. La storia mi piaceva tanto perché mi ricordava me e le mie sorelle (anche se noi siamo tre). Ricordo che era l'unico romanzo che avevamo quando ero molto piccola e mia sorella maggiore me lo raccontava mentre io osservavo le illustrazioni, quindi sono molto affezionata a questa storia. Solo molti anni dopo sono riuscita a leggerlo da sola e ho scoperto che il film tratta anche Piccole donne crescono e non si ferma ai racconti di Piccole donne, tuttavia il seguito devo ancora leggerlo, ma è così doloroso per me pensare alla storia che rimando sempre. Potete leggere la mia recensione al libro QUI.

❥ Cruel Intentions, diretto da Roger Kumble nel 1999, è la trasposizione cinematografica rivista in chiave moderna del libro "Le relazioni pericolose" di Choderlos de Laclos. Quando lo vidi la prima volta non avevo idea che fosse tratto da un libro, avevo 11 anni e mi piacque davvero molto, nonostante fosse un film abbastanza forte per una ragazzina della mia età e con tematiche controverse. Il film mi ha fatto piangere e anche se è un film poco valido ne ho comunque un bel ricordo e l'ho sempre rivisto volentieri. Lo scorso anno ho finalmente letto il libro e devo dire che l'ho apprezzato moltissimo! Avevo sentito pareri discordanti sul testo, ma personalmente trovo che sia una lettura da fare, fa riflettere è intrigante e parla di persone intelligenti e perfide! Che possiamo volere di più?

❥ Tuck Everlasting è un film del 2002 diretto da Jay Russel tratto dal romanzo "La fonte magica" di Natalie Babbitt (1975) che non conoscevo. Questo film lo noleggiò mia sorella quando uscì e lo vidi senza aspettarmi molto. Ad oggi posso affermare che è uno dei miei film preferiti! Uno di quelli che mi fa piangere ogni volta che lo vedo... Non so perché sia passato inosservato e quasi tutte le persone che conosco e che l'hanno visto non l'hanno apprezzato o almeno non particolarmente. Ma io trovo che sia bellissimo e lasci un messaggio profondo e importante. Dopo averlo visto ed essermene innamorata ho deciso di leggere il libro che è davvero carino, un libro per ragazzi dolce e magico... Ho scoperto che è stato tratto anche un altro film da questo libro negli anni '80 e cercherò di recuperarlo e vederlo.
E voi che ne pensate? Avete visto questi film o letto i libri?

21 commenti:

  1. Mi è capitato con "Picknick ad Hanging Rock" e con "Quel che resta del giorno"; di quest'ultimo ho poi acquistato il libro ma non ho ancora avuto il tempo di leggere
    E non escludo sia capitato con qualche film di cui ignoro sia basato su un libro
    :-)

    RispondiElimina
  2. aggiungo solo che - quasi sempre - chi apprezza un film ma non legge il libro da cui è trato si perde *letteralmente* un mondo. L'ho visto con Guareschi, con Tolkien e con altri autori le cui opere sono state trasferite su pellicola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con ciò che dici! Il libro merita sempre una lettura indipendentemente dall'apprezzamento o meno del film

      Elimina
  3. Prima o poi dovrò assulatamente recuperare Piccole Donne e La storia infinita, sembra sia rimasta l'unica a non averli visti 🙈
    Se ti va di dare un'occhiata alle mie scelte puoi trovarle qui!
    A presto,
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la storia infinita è un must! Per piccole donne preferisco il libro :)

      Elimina
  4. Ho visto quasi tutti i film di cui hai parlato, ma non ho letto tutti i libri. Se ti fa piacere trovi le mie scelte a questo indirizzo https://iononsonoquellaragazza.wordpress.com/2018/03/23/cinque-film-che-ho-visto-prima-di-leggere-i-libri-da-cui-sono-tratti-5coseche/

    RispondiElimina
  5. Ciao, conosco solo i primi tre; qui le mie scelte:
    http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2018/03/5-cose-che-22-5-film-che-ho-visto-prima.html


    RispondiElimina
  6. "Piccole donne" ho visto praticamente tutti i film e i cartoni animati, ma non ho ancora letto il libro.
    "Via con il vento" ho visto il film, ma il libro non so se lo leggerò perché non mi è tanto piaciuto.

    RispondiElimina
  7. Trasporre un'opera letteraria in epoca o luogo molto diverso da quello originale è sempre un azzardo... "Elisa di Rivombrosa" e il più recente "Il paradiso delle signore" ne sono un esempio.
    Non amo il genere epistolare, ma alle "Le relazioni pericolose" darò senz'altro una possibilità :)

    RispondiElimina
  8. Ciao! Tra quelli che hai citato abbiamo in comune la Storia infinita, mentre de La fonte magica ho visto solo il film

    RispondiElimina
  9. Ho visto e poi letto solo la storia infinita...

    RispondiElimina
  10. Abbiamo in comune solo La storia infinita. Faccio parte anch'io della schiera dei traumatizzati dalla morte di Artax

    RispondiElimina
  11. La Storia Infinita credo sia un classico per i nati nelle ultime due decadi del XX secolo.��

    Chocolat è un altro film che ho visto prima di leggere il romanzo da cui è stato tratto - e devo ammettere che la versione cinematografica m'è piaciuta molto di più.

    RispondiElimina
  12. Devo recuperare il film Piccole donne, ho letto il romanzo tanti anni fa ma non ho mai guardato il film...
    La storia infinita invece mi ha delusa, meglio il romanzo del film che risulta incompleto a parer mio.

    RispondiElimina
  13. Via col vento....l'ho visto e poi letto..solo che tanto di quel tempo fa..che mi sono dimenticata d'inserirlo nella mia lista!!!

    RispondiElimina
  14. parte la storia infinita, del resto ho solo visto i film!!

    RispondiElimina
  15. abbiamo in comune Via col vento. Io il film ancora lo adoro

    RispondiElimina
  16. ciao ho visto il film La fonte magica e la storia infinita. Di piccole donne ho letto prima il libro e poi visto il film.

    RispondiElimina
  17. Ciao! Conosco solo la storia infinita ma mi attira molto La fonte magica...lo recupererò!

    RispondiElimina

Grazie per aver letto questo articolo. Sapere la tua opinione mi aiuta a migliorare.