Giveaway del Portale Segreto

AVVISO: il blog al momento è in fase di rinnovo totale, quindi subirà dei rallentamenti!

Citazioni del giorno:

giovedì 21 marzo 2013

Salotto letterario: intervista a Chiara Cilli

Oggi facciamo quattro chiacchiere con Chiara Cilli, scrittrice esordiente. Parleremo del suo primo libro "La regina degli inferi - Il risveglio del fuoco".


Titolo: La Regina degli Inferi - Il risveglio del Fuoco
Autore: Chiara Cilli
Editore: Edizioni Tabula Fati
Pagine: 272
Prezzo: € 18,00
Collana: Narrativa

Trama: Cinque Dee, belle in modo assurdo e spaventosamente potenti, insieme al Dio Mas e al Dio Dahan esercitano il loro dominio sulle cinque Terre che compongono Penthànweald, ma la loro litigiosità è tale da rendere impossibile la condivisione di tempi e intenti.
È così che gli Inferi danno vita a una creatura fantastica, la Fanciulla delle Fiamme, che solo nel momento in cui avrà piena consapevolezza della propria forza, potrà decidere di diventare la sovrana assoluta.
Fino ad allora sarà per tutti l’Erede, avversata ed egualmente temuta, ricercata con ogni mezzo per poter essere eliminata prima di compiere la sua scelta…
Morwen compare a Thera su richiesta di Re Ashiwar.
La Dea Lash sta scatenando il putiferio nella Terra degli Uomini e c’è bisogno che la giovane cominci a saldare il suo debito di gratitudine nei confronti del sovrano che l’ha accolta a dispetto della sua pericolosità.
Ma lo scambio di favori non è esattamente quello che l’anziano Re si aspettava…




Ciao Chiara! Benvenuta nel salotto letterario del Portale Segreto! Ti andrebbe di presentarti ai lettori del blog? Parlaci un po' di te...
Un caloroso saluto a tutti gli utenti del blog! Mi chiamo Chiara e il 24 gennaio compierò ventidue anni. Vivo a Pescara, in Abruzzo, e sono una scrittrice a tempo pieno.Due anni fa mi sono diplomata come estetista specializzata e attualmente lavoro anche come presentatrice di una linea di cosmetici. Amo leggere, ascoltare musica e vedere film e serie tivù. Ho praticato equitazione per dieci anni e da qualche mese mi sono cimentata nei balli di gruppo, l'unica attività in grado di farmi scollare dal PC!

Adesso parliamo del tuo romanzo. Ti va di dirci qualcosa a riguardo? Di cosa parla?
Il risveglio del Fuoco è il primo romanzo di una saga che racconta l'ascesa al potere dell'Erede al trono degli Inferi, Morwen. E' un libro intenso e violento, crudo e tetro, ma con una forte storia d'amore alla base. Tutto ruota intorno alla relazione tra Morwen e Galadir, Principe della Terra degli Uomini, e alla pericolosa attrazione che divampa tra loro come le fiamme da cui lei è stata generata.

"La Regina degli Inferi - Il risveglio del Fuoco" è la tua prima opera. Come è nata l'idea di scriverlo? E come ti ha cambiato quest'avventura?
Questa saga è nata dalla mia adorazione per il lato oscuro, se così si può dire. Sono sempre stata affascinata dai cattivi di una storia, quelli in grado di farti tremare le ginocchia con la loro sola presenza e capaci di accenderti di desiderio con un solo sguardo. Mi sono sempre chiesta perché l'eroe debba averla vinta anche se il suo antagonista è letteralmente superiore, così ho creato Morwen. Scrivere di lei mi ha cambiata nel profondo e mi ha fatto capire che genere di scrittrice volevo diventare. E' stato come se Morwen mi avesse affiancato e con un semplice e penetrante sguardo mi avesse indicato la giusta rotta da seguire.

Perché hai scelto di scrivere un fantasy? C'è un autore o un libro in particolare che ti ha ispirata?
Ho scelto il fantasy perché a sedici anni era il solo genere che leggevo! E' stato Christopher Paolini a darmi una spintarella, ad accogliermi in questo magico mondo, poi Licia Troisi è stata la mia 'maestra' fino al terzo libro della saga con le sue avventure nel Mondo Emerso. Infine, mentre scrivevo l'ultimo libro, ho conosciuto la scrittura superlativa di Keri Arthur e da quel momento è cambiato tutto.

I personaggi sono ispirati a personaggi realmente esistenti o sono il frutto della tua fantasia? Che rapporto hai con loro? E qual è il tuo preferito?
Mi ispiro sempre a persone realmente esistenti, in particolare gli attori. Con i personaggi dei miei romanzi ho un rapporto quasi viscerale, ed è inutile dire che sono super possessiva nei confronti di Morwen e Galadir! Qual è il mio preferito? Sicuramente tutti si aspettano che sia Morwen. Be', non è così! Il mio preferito è il Principe Galadir: con lui ho un rapporto speciale, direi empatico; quando scrivevo di lui riuscivo a sentirlo in un modo completamente diverso da come sentivo Morwen. A volte mi sembrava di vederlo voltarsi verso di me e strizzarmi l'occhio per dirmi che approvava la battuta che avevo scelto per lui!

Quale canzone e quale colore abbineresti al tuo romanzo?
A Il risveglio del Fuoco abbinerei la canzone Bring me to life degli Evanescence (le cui opere mi hanno dato l'ispirazione durante la stesura di tutta la saga). Il colore, invece, è un bellissimo rosa vivo come le iridi di Morwen.

Solitamente quali sono il momento e il luogo che preferisci per scrivere?
Scrivo il pomeriggio, perché la mattina la dedico al lavoro di pubblicità sul web e alle correzioni delle bozze. In soggiorno, in cameretta... il luogo è indifferente!

È stato difficile portare a termine questo libro? Cosa hai provato quando hai scritto la parola "fine" alla tua storia?
Scrivere La Regina degli Inferi non è stato mai difficile: sapevo con esattezza tutto ciò che doveva accadere e quando doveva accadere, i retroscena e ciò che succedeva mentre i protagonisti erano intenti a fare qualcos'altro. In realtà non ho ancora lasciato questa saga! Ci sono il sequel (altri quattro libri), uno spin-off e un cross-over, più un racconto erotico tratto da Il risveglio del Fuoco. Perciò no, sono ancora al servizio di Morwen e penso che ci vorrà ancora un bel po' prima di dirle addio!

Come ti senti all'idea di sapere che il tuo libro è in mano al pubblico? Temi il giudizio dei lettori? Cosa speri dalla pubblicazione?
Affidare il proprio romanzo ai lettori è come presentarsi a un esame: temo il loro giudizio, certo, ma credo nei miei personaggi e so che non mi deluderanno. Le critiche ci sono sempre e bisogna saperle accettare, ma quando un'altra persona s'invaghisce di ciò che hai scritto... ah, quelli sì che sono momenti che ti fanno piangere di felicità! Purtroppo la pubblicazione non ha dato i suoi frutti e la CE con cui collaboravo si è chiamata fuori, motivo per cui il secondo libro della saga uscirà in ebook tramite selfpublishing.

C'è un messaggio che vorresti mandare ai tuoi lettori?
A quelli che non vedono l'ora di scoprire cosa accadrà al Principe Galadir chiedo di portare ancora un po' di pazienza, con la promessa di un secondo capitolo ancora più violento e intenso ambientato nell'inquietante Vivar, capitale della Terra Oscura!

Hai qualche consiglio da dare agli aspiranti scrittori? Ti va di raccontarci come sei arrivato alla pubblicazione?
E' stato un percorso lungo ed estenuante che però ha dato i suoi frutti. Lavorare con un editor di aiuta a comprendere molte cose (ad esempio, che c'è una parola per esprimere una frase intera e dove tagliare il superfluo). Essere affiancata da una CE è stato istruttivo ed entusiasmante, soprattutto quando ho partecipato alle manifestazioni del fantasy e ho avuto l'occasione di conoscere e farmi conoscere. Alla fine, purtroppo, è andata male e mi ritrovo con due saghe intere che speravo di pubblicare con questa CE. Ma, ehi, mai disperarsi! C'è l'editoria digitale, ci sono i siti online per autopubblicarsi: solo perché vi dicono di no, non significa che dobbiate arrendervi e mettere tutto da parte. No! Io non lo farò, e non dovreste farlo nemmeno voi: ognuno di voi ha talento, checché ne dicano gli altri, e ognuno di voi merita di vedere la propria opera su uno scaffale - che sia digitale o in legno in una libreria! Mai dire mai e mai mollare, non si sa cosa ha in serbo per noi il destino...

Qual è il tuo libro o autore preferito?
La mia autrice preferita è Keri Arthur, ma devo dire che Beth Kery la sta incalzando alla grande. Ce ne sono molte altre, ovviamente, ma la lista non finirebbe più! Per il libro preferito la scelta è assai più ardua... mi salvo dicendo Riley Jenson Guardian Series, Fifty Shades Series, Chicago Stars Series, Lords of the Underworld...

I libri: cosa sono per te?
La mia fonte di vita.

Hai altri progetti letterari in futuro? Puoi darci qualche anticipazione?
L'11 gennaio è uscito il racconto erotico Assaporare il Fuoco, edito da Lite Editions. A fine febbraio/inizio marzo pubblicherò in ebook La promessa del leone, un urban fantasy autoconclusivo ambientato in Tanzania, la cui cover è stata commissionata al bravissimo illustratore Gaetano di Falco. La collaborazione con Lite Edition conta anche una nuova serie erotica contemporanea intitolata Matt Staton's Agency. Per quanto riguarda il secondo volume de La Regina degli Inferi, Prigionia Mortale, spero di riuscire a pubblicarlo entro la fine di quest'anno.

Hai altro da aggiungere per i lettori del Portale Segreto?
Spero davvero che le mie opere possano emozionarvi tanto quanto è accaduto a me mentre le scrivevo!

Ti ringrazio per avermi dedicato un po' del tuo tempo, sono felice di aver avuto l'occasione di ospitarti nel mio salotto per fare quattro chiacchiere insieme!
Grazie a te di avermi invitata e di avermi dato la possibilità di parlare di me e dei miei libri. Un gigantesco saluto a tutti gli utenti del blog!


3 commenti:

  1. Ho letto il libro di Chiara, e devo dire che mi è piaciuto molto, è una scrittrice di grande talento!!
    Non vedo l'ora di leggere gli altri suoi libri, e soprattutto scoprire cosa succederà al bel principe Galadir!!!
    Bella intervista!!

    RispondiElimina
  2. Io non ho mai letto niente di Chiara per adesso :)

    RispondiElimina
  3. Oddio, mi ero dimenticata di questa intervista xD Grazie!!!

    RispondiElimina

I commenti portano la magia sul blog.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...