Giveaway del Portale Segreto

AVVISO: il blog al momento è in fase di rinnovo totale, quindi subirà dei rallentamenti!

Citazioni del giorno:

mercoledì 16 maggio 2012

Once Upon a Witch - Gostanza da Libbiano, strega salvata


Bentrovati ad una nuova puntata di Once Upon a Witch. Oggi vi parlo di una storia di stregoneria a lieto fine. Ebbene si! Ogni tanto qualche anima buona cercava la verità e qualche innocente riusciva a salvarsi. Vi parlo di Gostanza da Libbiano, guaritrice e levatrice che dopo la morte del marito cominciò a praticare questo mestiere grazie alle sue doti speciali.
Siamo alla fine del XVI secolo, nel 1594 e la caccia alle streghe è in piena attività.
Come sempre accade, coloro che possono guarire vengono anche considerati i responsabili delle malattie e della morte se non riescono nel loro intento. Anche Gostanza, ormai non più giovane, venne accusata di stregoneria nel castello di Lari, vicino a Pisa, a causa della morte di alcuni bambini.
Il processo si svolse nella città di San Miniato, sempre in Toscana e Gostanza viene messa sotto tortura per farle ammettere le pratiche di stregoneria contro i bambini e le partorienti di cui era accusata.
Lei ammise l'uso di unguenti, candele e preghiere, ma non ammise mai la pratica della stregoneria nonostante le accuse e le testimonianze contro di lei.
L'inquisitore francescano Mario Porcacchi voleva a tutti i costi una sua confessione sulla natura demoniaca dei presunti poteri della donna e decise di torturarla per ottenere ciò che voleva.
Così appesa ad una fune e straziata dal dolore ammise tutto ciò che le poteva venire in mente, dalla trasformazione in gatto nero ai rapporti con i demoni, ma non negò mai esplicitamente la sua fede.
A questo punto la sua condanna sarebbe stata inevitabile se non fosse intervenuto nel processo un inquisitore fiorentino, Dionigi da Costacciaro, che non accettò la confessione sotto tortura per via dei troppi luoghi comuni confessati e decise di interrogarla personalmente senza sottoporla a nuove torture.
Dopo diversi giorni di prigionia Gostanza confessa all'inquisitore di aver ammesso la pratica della stregoneria solo per timore della fune, ma che in realtà era tutto falso.
Quindi Dionigi la riconosce come innocente e viene assolta, con il consiglio di non utilizzare più gli unguenti e cambiare città.

Storie come questa a lieto fine sono più uniche che rare. Bastava veramente poco per venire processate per stregoneria a volte senza neanche un processo. La tortura era utilizzata molto spesso e le confessioni sotto tortura erano legittime e considerate una prova, senza alcun dubbio. Quindi è ancora più stupefacente scoprire che qualcuno di più ragionevole si è imposto contro una crudeltà ingiustificata e sia riuscito a salvare qualche povera donna innocente da una fine atroce.


E visto che ho parlato di Lari, piccolo paesino intorno a un castello, ne approfitto per consigliarvi di andare a visitarlo. Le segrete sono molto interessanti... Magari quando tornerò porterò con me la macchina fotografica e vi racconterò!
Intanto vi lascio qualche foto del luogo presa dal sito del castello.



le segrete del castello

6 commenti:

  1. Questa storia mi ricorda per alcuni versi L'arduo apprendistato di Alice lo scarafaggio di Karen Cushman.

    RispondiElimina
  2. @Bastet interessante! Non ne avevo mai sentito parlare, grazie per averlo segnalato! Io mi sono dimenticata di informare che c'è un libro che parla di Gostanza.
    Si tratta di "Gostanza, la strega di San Miniato" a cura di Franco Cardini.

    RispondiElimina
  3. Bella storia, soprattutto perchè per una volta è a lieto fine! Grazie per avercela raccontata ^^

    RispondiElimina
  4. Che bella storia, grazie per averla condivisa con noi! :) Penso che quello sia stato un periodo molto buio, dove la superstizione era molto alta così, anche chi cercava di fare del bene, passava per malvagio. per fortuna che sono vissute persone come Dionigi.

    RispondiElimina
  5. Cioè, mia madre è stata in quasi tutti i posti che hai nominato. Profonda invidia per te e per lei, anche ioooooooooooo :((((

    RispondiElimina
  6. Felice che vi sia piaciuta :)
    @Arianna quando vuoi vieni da queste parti e ti faccio da guida turistica! ^^

    RispondiElimina

I commenti portano la magia sul blog.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...